Registrati e pubblica GRATIS
Accesso inserzionisti

COMPRARE CASA ESTERO



L’acquisto della casa all’estero è in aumento nelle scelte di investimento degli italiani. Così rivela una recente indagine di Tecnocasa divulgata sul TG2 13:30 del 25/01/2009. Comprare casa all’estero è una scelta d’investimento sempre più considerata da parte dei risparmiatori per via della convenienza economica. La crisi internazionale ha provocato una forte caduta nei prezzi degli immobili all’estero. Lo stesso invece non è avvenuto sul prezzo degli immobili in Italia, dimostratisi più rigidi e meno flessibili al ribasso rispetto a quelli stranieri. In conclusione, comprare una casa all’estero costa meno. Per questa ragione molti risparmiatori italiani hanno optato di investire la propria liquidità in eccesso acquistando una seconda casa negli Stati Uniti, in Inghilterra, in Spagna, nei Paesi dell’Est Europa o a Dubai. Ad esempio, un appartamento bilocale a Dubai può essere acquistato con 60 mila euro, l’equivalente del costo di un box auto a Roma. In molti casi, alla convenienza del minore prezzo delle case all’estero si aggiunge anche un carico d’imposta più leggero sul valore del patrimonio immobiliare.

Costa meno comprare casa negli Usa

La crisi dei mutui del 2008 ha provocato un rapido ribasso dei prezzi degli immobili nel territorio statunitense. A valutare l’acquisto di un appartamento (seconda o terza casa) a New York, o nelle altre città degli Stati Uniti, non sono più soltanto i VIP. Tra tutti ricordiamo l’acquisto dell’appartamento a Manhattan da parte di Walter Veltroni nel settembre 2008. Il prezzo degli immobili all’estero è ormai sceso al minimo storico degli ultimi anni, diventando accessibile a tutti. La convenienza a comprare una casa all’estero si può constatare facilmente confrontando il prezzo del metro quadro degli immobili stranieri con quelli italiani. La convenienza economica si riscontra non solo negli Usa ma anche in tutti gli altri Paesi dove la crisi immobiliare si è fatta sentire.

In Italia i prezzi delle case restano alti

A spingere gli italiani a comprare la seconda casa all’estero ha contribuito anche il clima d’incertezza sullo stato di salute delle banche, in particolar modo nel periodo settembre-novembre 2008, colpite dalla crisi finanziaria internazionale. I risparmiatori hanno preferito convertire le proprie attività finanziarie e la liquidità in eccesso sul conto corrente bancario in mattone. Considerando gli alti prezzi degli immobili in Italia hanno optato per il mattone straniero. La tendenza è confermata anche dalla brusca caduta nel numero di mutui accesi per acquistare una seconda casa nel 2008.

Come comprare una casa all’estero

Comprare una casa all’estero conviene soprattutto come scelta d’investimento. E’ consigliabile valutare non solo il prezzo di vendita ma anche la normativa locale e la stabilità politica del Paese in cui si trova, la normativa locale riguardante l’usucapione ecc. Per ottenere tutte queste informazioni è opportuno rivolgersi ad un’agenzia immobiliare in Italia e recarsi sul posto per valutare le condizioni dell’immobile prima di firmare il contratto.

Fonte:libertadiscelta

Resuelve tus dudas sobre alquiler de pisos en La Comunidad Risolvi i tuoi dubbi sull' affitto di casa con la CommunityFai la tua domanda. Troverai esperti immobiliari qui per aiutarti.

1 Commento a “COMPRARE CASA ESTERO”

  1. http://www.homesearchbarcelona.com/it Says:

    Quando si sceglie di investire all’ estero è sicuramente essenziale affidarsi ud una valida agenzia che vi sostenga per tutta la durata dell’ investimento. Acquistare un immobile all’ estero per poi decidere di affittarlo è una valida opzione perchè consente da un lato di ottenere un profitto dall’ affitto dello stesso e dall’ altro di sfruttarlo quando ogniqualvolta lo si desidera, per le proprie vacanze.

Lascia un commento




Dubbi su questioni immobiliari?

Chiedi agli esperti!


Esempio: Dovendo recedere dal mio contratto di locazione, devo pagare una penale?

Close