Specialisti in appartamenti in affitto

Lo sgombero dei mobili dell’inquilino sfrattato

aprile 6, 2012 • Affitto, Attualità, Casa, Economia, Inquilini, Problema abitativo, Proprietari, Società

Capita spesso, a seguito di un’esecuzione di rilascio, che l’inquilino lasci mobili o altri oggetti di sua proprietà nell’immobile che conduceva in locazione.

Sul punto la giurisprudenza ha chiarito che chi ha in custodia (di norma, il proprietario, tale nominato dall’Ufficiale giudiziario) i beni di proprietà dell’esecutato è tenuto alla “restituzione” di quanto affida-togli “con la correlativa responsabilità in caso di inadempimento” (Cass. sent. 4755 dell’1.10.’85); il che significa che ipotizzare di avviare i beni in questione ad una discarica pubblica è senz’altro da escludere (a meno che non si tratti di beni realmente privi di valore, dichiarati tali dall’Ufficiale Giudi-ziario in sede di inventario).

Le soluzioni da adottare, quindi, per risolvere una siffatta situazione devono essere necessariamente altre.

Se non si riesce a convincere l’inquilino ad asportare i beni relitti (anche dopo l’inventario), la strada per il proprietario che non ne sia già in possesso può essere quella di munirsi di un titolo esecutivo di pagamento (in seguito ad un’ingiunzione), così da poter far pignorare detti beni e chiederne la vendi-ta all’asta.

Un’altra soluzione – ove però si tratti, in particolare, di beni “deteriorabili” o che richiedono spese di custodia “eccessive” – è quella di ricorrere allo strumento previsto dall’art. 1211 del Codice Civile, e quindi, in sostanza, di chiedere al Tribunale – dopo che non abbia avuto seguito l’intimazione all’ex inquilino di ritirare quanto lasciato – l’autorizzazione a vendere all’incanto i beni suddetti e a depositare il relativo prezzo (che rimane a disposizione del conduttore, ma che – even-tualmente – potrà essere pignorato dal proprietario).

Fonte: confedilizia

Share

2 Risposte a Lo sgombero dei mobili dell’inquilino sfrattato

  1. carimine scrive:

    Nel giugno del 2011 sono stato sfrattato per morosità dall’immobile dove avevo costituito la mai azienda,un centro fitness sportivo con piscina.La struttura da 1400 mq. era allo stato grezzo ed io ho provveduto con un investimento vicino ai 700.000 euro per mettere a norma e costruire tutto dall’impianto riscaldamento elettrico ed ovviamente piscina,spogliatoi ecc.Tutto liscio fino ad ottobre del 2010 quando diverse situazioni mi mettono in difficoltà a pagare un canone di affitto pari a 7000 euro circa mensili.A domanda con la proprietà di abbassare la quota con la promessa di liberare i locali a dicembre del 2011 mi è stato risposto di no!Il resto è di facile immaginazione con un udienza a febbraio del 2011 che stabilisce lo sfratto per il 25 giugno.Premetto che sono stato sempre collaborativo tantè che nel giugno del 2011 ho portato un nuovo affittuario alla proprietà che rilevava la mia azienda e garantiva con fideussione da 60000 euro a garanzia.Dietro consiglio del loro avvocato la proprietà non ha accettato volendo portare a termine il corso legale che a quel tempo non avevo ben capito.Tralascio la parte che racconta le volte che i proprietari hanno detto si al subentro di una nuove figura al mattino e poi detto no al pomeriggio….Vengo convocato al locale a ottobre del 2011 non sapendo bene perchè e mi trovo 8/10 operai che cambiavano serrature,avvocati,ufficiali giudiziari.Chiamo il mio avvocato non molto “presente” ed avviene la consegna delle chiavi.Ma visto la titubanza della prorpietà nel concedere o meno il subentro di una nuova figura;tra le altre cose a giugno 2011 avevo chiamato per un appuntamento i prorpietari per saldare il debito avendo messo nel preliminare di vendita acconto da girare ai proprietari per azzerare il debito da 43.000 euro;il locale era ancora pieno con le mie attrezzature per un valore stimati ad oltre 300.000 euro.Viene fatto l’inventario e la proprietaria di venta custode con l’impegno di venire ad aprire a necessità per farmi liberare.In presenza dell’ufficiale giudiziario chiesi di avere 15 giorni per organizzare un camion e svuotare ma niente da fare no!L’ufficiale giudiziario mi confessa mai capitato in 20 anni un atteggiamente di questo tipo dalla proprietà.Chiaramente era una bella favola che venisse ad aprire tranne una volta è venuto il geometra del tribunale prima di fare l’inventario poi telefonate ed insistenze ma niente tranne un pomeriggio alle 14.45 fino alle 15.15 aprendoci solo una porta…penso che possa bastare come racconto che introduce al gran finale…Mi arriva una comunicazione dal giudice che dice di liberare velocemente altrimenti verrà devoluto tutto in beneficenza,anche qui ci sarebbe da ridire non sono mobili ma attrezzature da palestra,spogliatoi,sauna piscina ecc.e poi cosa difficile se il custode non viene ad aprire.Porto tutto al mio avvocato subito e poi niente fino ad oggi.Da fonti sicure mi viene detto che il locale è stato affittato ad un altra palestra che riapre a settembre prossimo.Bene io dico ma la mia piscina,sauna,bagno turco ed aggiungo anche le 8 caldaie autonome di mia prorpietà per il riscaldamento,i climatizzatori ed altri impianti fatti nella previsione anche di doverli smontare in un futuro come rischiesto da contratto che fine fanno?
    Concludo informando che nel 2014 c’è la causa che stabilirà quanti soldi devo dare alla proprietà quindi nulla è pignorato anzi nei studi di settore ho beni intestati per 331.000 euro.Grazie mille per lettura di questa lunga mail attendo notizie.auguro buona giornata.

  2. aziza scrive:

    Salve io sono in affitto mi arrivato safrato sucisevio prrche non pagato affitto 2 anni adesso propitario e cambiato la seratura e mie mobili tutte dentro viuole vendere in asta per recuperare suo solde mi auitati cosa devo fare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>