Specialisti in appartamenti in affitto

Sfrattare Un Inquilino Moroso Senza l’Avvocato è Possibile?

luglio 2, 2013 • Affitto

inquilino morosoSe ti domandi da tempo come puoi sfrattare un inquilino moroso senza ricorrere all’ausilio di un avvocato, sappi che potrai trovare le risposte che stai cercando in questa guida, che ti sarà davvero di grande utilità!
Spesso e volentieri infatti, i proprietari di immobili sia piccoli che di medie e grandi dimensioni, si pongono questo tipo di domanda, in conseguenza del fatto che danno in locazione le loro abitazioni in affitto, e successivamente decidono di rivalersi all’aiuto di uno studio legale per sbarazzarsi degli spiacevoli inquilini che purtroppo risultano morosi! Ecco quindi una breve guida che ti consentirà di capire meglio come muoverti nel caso in cui anche tu ti ritrovassi ad avere sfortunatamente un problema di questo tipo.

Come anticipato poche righe sopra, se hai questo tipo di problema puoi sempre scegliere di avvalerti dell’aiuto e dell’assistenza di uno dei tanti studi legali; in questo caso tutto sarà davvero più semplice, in quanto delegherai il tuo avvocato di fiducia a fare quello che avrestri dovuto fare tu, ed in più giocherà senza ombra di dubbio a tuo favore la sua esperienza nel settore. Dall’altra parte della medaglia però, cercare di risolvere questo problema tramite il suo ausilio, ti costerà davvero una somma di sicuro non ridotta, che solitamente si aggira intorno ai 2.000 euro complessivi. Questo è quello che purtroppo spinge sempre più inquilini ad arrivare allo stato moroso, in quanto come molto spesso accade, il proprietario dell’immobile in questione sceglie di lasciar perdere perché le spese che gli costerebbero, sarebbero sicuramente maggiori di quelle a cui rinuncia sempre malgrado a suo danno; purtroppo o per fortuna, cerca di tenere bene a mente che temporeggiare per cercare di risolvere una situazione come questa per vie traverse, non ti aiuterà proprio! Sempre tenendo in considerazione il fatto che appoggiandoti ad un legale, otterrai sempre il massimo beneficio ed è sempre consigliato, specialmente se ti ritrovi in uno dei casi più complessi e riguardanti degli importi decisamente notevoli, comunque in tante altre circostanze, ti sarà anche possibile continuare da solo, a patto che tu possa intendertene almeno a livello di base delle leggi che regolano rispettivamente le locazioni.

Ma ora vediamo un po’ nel dettaglio come puoi procedere in modo autonomo e senza l’ausilio di un avvocato e del suo studio legale, per far finalmente valere tutti i tuoi diritti:

  • Come prima cosa da fare, devi ricordarti di mandare una lettera facendo attenzione che sia una raccomandata con ricevuta di ritorno, all’inquilino moroso che vive in affitto presso la tua abitazione, intimandogli nella suddetta che ti deve pagare tutti i mesi mancanti che sono arretrati, ed entro un determinato limite di tempo, che solitamente corrisponde ai 15 giorni dal ricevimento del tuo avviso, in modo da sistemare e rendere regolare la sua situazione attualmente in debito nei tuoi confronti.
  • Se come spesso accade, l’inquilino moroso non salda il suo debito in tempo e quindi faccia persistere la sua situazione, allora dovrai procedere avvisandolo una seconda volta, citandolo in tribunale e avvisandolo che a breve verrà sfrattato dall’abitazione in quanto non pagante. In questo caso poi, dovrai far ricorso al tribunale del comune nel quale è presente il tuo immobile. Il tribunale dunque, fisserà poi la data per risolvere questa situazione con una prima udienza che solitamente verrà tenuta all’incirca dopo venti giorni rispetto alla data della notifica da te inoltrata. Se nel tuo caso l‘inquilino moroso non dovesse poi presentarsi all’udienza in tribunale, il giudice potrà poi convalidare il suo sfratto, offrendogli solamente un minimo che ammonta all’incirca una trentina di giorni per poter organizzarsi e lasciare così l’alloggio. Se invece il suddetto inquilino moroso si presenta all’udienza in tribunale, egli avrà la possibilità di chiedere al giudice il cosìddetto termine di grazia, che corrisponde ad un’ulteriore proroga a livello temporale che solitamente non va oltre i 90 giorni, per poter gestire e saldare i propri debiti ed inoltre, pagare tutti i rispettivi interessi che sono stati poi maturati assieme alle spese legali che sono state sostenute dal proprietario dell’immobile per iniziare la suddetta causa.

Procedere allo sfratto di un inquilino moroso conviene senza che ti avvali di un avvocato?

Da questo delicato punto di vista, la legge prevede che sia più che legittimo scegliere di difendere i tuoi diritti in quanto propietario dell’immobile, ma allo stesso tempo, non favorisce di sicuro chi come te, sceglie di farlo senza l’aiuto di un avvocato; questa infatti e purtroppo, non è proprio la strada più semplice e veloce! Scegliere di sfrattare l’inquilino moroso senza l’ausilio dell’esperienza di un avvocato è sicuramente un problema non immediato da risolvere, e se scegli di intraprendere questa strada, ti conviene prendere confidenza con i temi trattati per avere così una certa competenza tecnica in merito alle leggi ed alle norme che regolano proprio questo complicato settore.

Se purtroppo sei uno di quei propietari che si ritrova in questa spiacevole situazione, e desideri almeno ridurre al minimo i costi che devi affrontare con un supporto legale che ti possa aiutare, puoi scegliere di rivolgerti ad un’associazione che si occupa di queste cose ed avere così un valido aiuto per sapere come muoverti al meglio. Grazie ad una delle tante associazioni che operano in questo settore, mediante il solo pagamento di una piccola quota associativa, avrai poi la possibilità di poter usufruire di diversi avvocati che sono affiliati alla stessa associazione di partenza, riducendo in questo modo ed in quanto possibile al minimo, l’impatto delle elevate parcelle che graverebbe altrimenti sulle tue tasche; inoltre, grazie ad una di queste associazioni, potrai sentirti seguito ed in mani sicure, senza stressarti e perdere troppi soldi!

Share

10 Risposte a Sfrattare Un Inquilino Moroso Senza l’Avvocato è Possibile?

  1. Manuel scrive:

    SONO GENITORE DI UNA FIGLIA CHE HA PRESO UN AFFITTO A GENOVA, DA SEI MESI ORMAI. HA FATTO LA DISDETTA, ED ABBIAMO UN RITARDO DEL PAGAMENTO PER MANCANZA DI LAVORO. ABBIAMO SPIEGATO AL PROPRIETARIO, CHE PUÒ PRENDERE I SOLDI DELLA CAPARRA, PERÒ NON VUOLE. VUOLE TUTTI I SOLDI DEI CINQUE MESSI, E NOI NON POSSIAMO PAGARLO. QUESTA PERSONA HA CHIAMATO MIA FIGLIA E LE HA CAUSATO DANNI MORALI, MINACCIANDO DI DENUNCIARE TUTTI ANCHE IL GARANTE. COSA POSSIAMO FARE?

  2. Gaia scrive:

    Buongiorno Manuel! Purtroppo in questo periodo di crisi, per molte persone è dura pagare l’affitto. Ti consiglio di copiare questa domanda nella nostra Community, cliccando QUI.

    Ci sono esperti pronti a risponderti in maniera dettagliata che ti spiegheranno cosa dovete fare.

  3. maria scrive:

    salve vorrei sapere qualcosa in piu su gli avvocati affiliati , in quanto ho un problema e spenderei qualcosina in meno se scelgo uno delle associazioni

  4. Angelo scrive:

    DannI morali ? Non sapete cosa vi dovete attaccare per non pagare gli affitti …non solo nn volete pagare in più inventate danni morali …

  5. Vito scrive:

    Salve,a breve ci sarà una banca dati sulla morosità, chi non paga verrà visualizzato su una Black List,dove i proprietari di case prima di affittare consulta e decide.

  6. Andrew scrive:

    Manuel ti consiglio vivamente di cercare di pagare in parte i canoni arretrati parlando con il proprietario e studiando un piano di rientro magari comodo ma di far vedere almeno che l’intenzione di pagar l’affitto c’è. Il discorso danno morali perché il proprietario ha chiesto ciò che gli spetta non esiste il un danno morale causato dal proprietario perché vanta ciò che è scritto su un contratto registrato.

  7. Valentino scrive:

    Salve ho affittato, secondo contratto regolare, una mia abitazione. Purtroppo è più di un anno che non percepisco nessun affitto dai miei inquilini. Per motivi sia economici che morali (dato che ci sono di mezzo dei bambini) non ho preso subito provvedimenti, ma ora credo sia giunto il momento di provvedere. Ho letto che è possibile intraprendere questo lungo processo anche senza l’intervento di un avvocato, giusto? E a quale ente dovrei rivolgermi per pagare poche tasse?

  8. Wang scrive:

    Danni morali? come la proprietaria dell’affitto , l’ho subito io!!! Sono disoccupata da sette mesi, ogni volta l’inquilino non paga l’affitto, io non riesco pagare il muto , non paga le spese condominiali, l’amministratore me li manda, ogni anno pago IMU circa 800 euro, in più l’importo dell’ agenzia dell’entrata…. , ogni volta sollecito all’inquilino di pagare l’affitto, mi minacciare pure, dicendo non mi paga e non posso fargli niente, per questo sono molto angosciata, di notte non riesco dormire, di giorno penso sempre questi casini, ora dovrei rivolgere l’avvocato, con cosa posso pagare? Danni morali ? risponderei , Basta chi piange chi ha ragione! il debole sono io la prorietaria della casa!!
    mi dispiace che dico cosi, sono veramente arrabbiata!

  9. Giovanni scrive:

    Buonasera Vi pongo il mio problema con un affituaruio moroso A suo tempo della stipula del contratto tutto bene per un po di tempo a pagato regolare anche se non ha mai firmato il contratto e non volendo registrarlo perché a suo dire doveva solamente starci dentro un annetto. Ora non vuole più pagare e si è anche cosumato i due mesi di caparra. Vi chiedo cosa mi consigliate per mandarlo via senza rincorrere a nessun avvocato non avendo documenti legali.? Grazie mille.

  10. SosDanni.com scrive:

    Sfrattare l’inquilino che non paga, non è facile, e diventa un problema soprattuto quando bisogna recuperare i soldi dell’affitto non versato. Ricordate di fare sempre il contratto di affitto e di registrarlo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>