Specialisti in appartamenti in affitto

Genova: affitti in nero per gli studenti

gennaio 31, 2013 • Affitto, Affitto nero, Affitto studenti, Attualità, Casa, Economia, Giovani, Problema abitativo, Proprietari, Società

Quanto costa per uno studente universitario l’affitto di un alloggio a Genova? A scandagliare le proposte immobiliari del capoluogo ligure ci hanno pensato i giornalisti de Il Secolo XIX, fingendosi specializzandi nel corso di Lettere moderne. Dall’indagine è emersa innanzitutto un’ampia offerta: sulle bacheche si trova veramente di tutto, dal centro storico a San Fruttuoso, talvolta cari e talvolta anche a buon prezzo. Ma il vero problema venuto alla luce è quello della frequente irregolarità dei rapporti di locazione. A Roma fu presentato qualche tempo fa il primo Atlante Censis della domanda immobiliare,  uno strumento che serve a misurare la domanda espressa di immobili residenziali, stimata per tutte le città italiane.

Sembra infatti che non tutti i proprietari rispettino la legge e, se qualcuno cerca di risparmiare, qualcun altro preferisce essere pagato in nero o subaffittare. Ci sono alcuni quartieri di Catania in cui questa pratica è abbastanza comune, anche se la lotta contro l’evasione al fisco è sempre più forte.Per gli studenti che alloggiano a Genova risulta regolare solo un contratto su quattro: chi va nel capoluogo ligure per studiare, spiega un avvocato a Il Secolo XIX, deve chiedere un contratto transitorio-aleatorio, che però non dà nessuna garanzia all’inquilino. Inoltre, il foglio scritto è da evitare perchè, sebbene attualmente non siano previste pene per gli inquilini, esso presta comunque il fianco a un’operazione in nero e suona come la convalida di un’evasione.

Fonte: quotidianocasa

Share

4 Risposte a Genova: affitti in nero per gli studenti

  1. Grazia scrive:

    Troppe tasse sugli affitti…registr…bolli…imu…..e le spese di gestione casa sono altissime. E non scaricabili dalle tasse…….la cedolare secca non la faccio perche’ blocca il prezzo …….per 8 anni….ma siamo matti..?????………
    Io ragistro tutto…ma e’ uno schifooooooooo. Non ci resta nulla.,!!!!

  2. Il paese dei balocchi scrive:

    100 euro per uno studente fanno una bella differenza, inoltre i proprietari, almeno che non siano imprese immobiliari, spesso spendono più del 60% del ricavato da affitti in tasse. Io ho sempre dichiarato per paura e perché non sono figlio di…per cui anche se non registra non gli succede mai nulla…e si sa che in Italia le cose vanno così.

    E a pensare che molti parlamentari la casa ce l’hanno gratis o se la comprano grazie ai soldi del partito. Che schifo di Paese.

  3. Alessandro scrive:

    Io invece affitto un appartamento con regolarissimo contratto con cedolare secca a canone concordato (19%) in una zona semicentrale di Firenze. l’IMU porta via una mensilità ma sicuramente nel complesso la tassazione si aggira per i canoni ordinari (quelli con cedolare al 21%) sul 30% complessivo (IMU compresa). Mi sembra che sia una tassazione equa e il solito sport italiano di lamentarsi sempre, nasconde la spiccata propensione tutta nostrana a fare i furbi giustificando il nero. Direi che siamo patetici e sarebbe l’ora di finirla!

  4. walter scrive:

    Dovrebbero creare una legge dedicata agli affitto per studenti, credo che senza il Nero ci sarebbero molti studenti che non potrebbero accedere all’università.
    Walter

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>