Specialisti in appartamenti in affitto

Come stipulare un contratto d’affitto?

come stipulare un contratto d'affitto

agosto 21, 2013 • Esempio di modello contratto di affitto

come stipulare un contratto d'affitto

“Come stipulare un contratto d’affitto?” è una delle domande più comuni tra chi si appresta a concludere il suo primo accordo di locazione. Se sei giunto fin qui, probabilmente anche tu ti starai ponendo la stessa domanda: vi sono particolari requisiti di forma? Ma anche: quale contenuto deve avere? Ci sono specifici elementi che mi conviene inserire per non incappare in future incomprensioni? Procediamo con calma, allora: ti mostreremo i due step fondamentali per la corretta conclusione di un contratto di affitto.

Il contratto e la stipulazione

Ecco la prima questione fondamentale per rispondere alla famigerata domanda: come stipulare un contratto d’affitto? Il codice civile non predispone specifici requisiti di forma, ma un orientamento contrario può essere desunto dall’analisi sistematica dell’ordinamento: innanzitutto, ti basti pensare alla sentenza 1424/2010 della Corte di Appello di Roma, come emblematica; ma, ancora, come vedrai nel prossimo paragrafo, la registrazione del contratto di affitto richiede la presentazione di due copie del contratto stesso. Dunque, il contratto di affitto deve rivestire la forma scritta, a pena di nullità. In ordine al suo contenuto, ti elenchiamo i punti salienti e necessari, cui tu e il tuo locatore potrete aggiungere altri punti di vostro interesse:

  • Il nome e i dati anagrafici del locatore e del locatario
  • La data di inizio e la durata (o scadenza) del contratto: generalmente, il contratto libero segue la formula 4+4, quello concordato la formula 3+2.
  • L’identificazione dell’immobile, comprensivo di indirizzo e, se si tratta di una unità immobiliare in palazzina, del numero del piano e dell’unità
  • Il canone mensile di locazione
  • L’attivazione, o il rifiuto, del metodo della cedolare secca
  • La cauzione, che sarà restituita al termine del contratto se non sono sopravvenuti fatti particolari. La legge prescrive che la cauzione non potrà essere superiore a tre mensilità
  • Dati catastali
  • Attestato di Prestazione Energetica (APE) ex ACE

La registrazione

Il secondo e fondamentale passo per rispondere compiutamente alla tua domanda riguardo come stipulare un contratto di affitto è questo: la sua registrazione presso l’ufficio competente dell’Agenzia delle Entrate. A tal fine, potrai completare la registrazione online, con i software appositamente messi a disposizione dall’Agenzie delle Entrate, oppure fisicamente, presso un ufficio. In questo caso, dovrai presentare una precisa documentazione. Vediamo insieme quale:

  • Almeno due copie del contratto di locazione, entrambe firmate in originale
  • Il Modello 69 debitamente compilato
  • Le marche da bollo nel numero necessario, ciascuna del valore di 16 €
  • La ricevuta di pagamento del Modello F23

Share

4 Risposte a Come stipulare un contratto d’affitto?

  1. Valeria scrive:

    Attenzione: non si tratta di CAPARRA, bensì di CAUZIONE, ovvero deposito cauzionale per tutelare il locatore da possibili danni all’immobile. Usiamo la terminologia giusta, per favore!

  2. giulia scrive:

    Grazie Valeria per averci notificato l’errore, abbiamo corretto!

  3. Marta scrive:

    Quanti errori! Allora, Siria, così come Iris, non sono liberamente scaricabili ma è necessaria una specifica registrazione al sito dell’Agenzia delle Entrate che comporta l’assegnazione di un identificativo e di un pin personale.
    La marca da bollo, già dal 1° luglio è di € 16 e non 14,62.
    Altri dati obbligatori sono quelli catastali e quelli relativi all’ ACE/APE…
    Non vedo come sia possibile indicare l’indice ISTAT che varierà di anno in anno…
    Scusate ma avete pubblicato un articolo davvero approssimativo.

  4. Gaia scrive:

    Buongiorno Marta, grazie per le tue segnalazioni, sono state utilissime! Abbiamo corretto gli errori, ti ringraziamo ancora per i consigli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>