Specialisti in appartamenti in affitto

Tutto ciò che devi sapere sulla tua casa in classe a!

classe-energetica

settembre 16, 2013 • Risparmiare sulle bollette

casa in classe aAl giorno d’oggi, quando si cerca una casa, oltre alle comodità che si possono trovare, c’è una nuova classificazione di cui tenere conto. Infatti non tutti sanno che le case hanno una classificazione ben precisa, che ne cambia il valore di mercato: le varie lettere esprimono le differenti classi energetiche. Vediamo ora nel dettaglio cosa sono e come funzionano.

In seguito ad un Decreto del Consiglio dei Ministri del primo gennaio 2012, è di fatto obbligo, sui cartelli di vendita delle case, inserire anche la classe energetica dell’immobile; infatti, per chi non si adegua, sono previste anche delle multe davvero molto salate.
Ma come si potrà ben immaginare, le migliori, anche le più costose, sono le case in classe a, che hanno il vantaggio di avere una struttura e degli “optional” che le rendono a basso consumo energetico, con un impegno anche nel rispetto dell’ambiente che ci circonda.
Una casa in classe a, infatti, deve avere alcune cose indispensabili, che permettano ai proprietari di non svenarsi nei mesi più freddi per avere un immobile riscaldato alla perfezione senza troppo consumi, e di avere una casa fresca, senza dover esagerare con le spese per la climatizzazione durante l’estate.

Naturalmente una casa in classe a dovrà avere, tra l’altro, un aumento del potere isolante dei muri, per far sì che rimangano caldi in inverno e freschi in estate, così come il miglioramento dei sistemi di riscaldamento, ma anche l’utilizzo di serramenti che possano permettere alle persone che ci vivono, di avere le imgliori caratteristiche termiche.
Inoltre, una casa in classe a, per migliorare ancora di più la sua vivibilità, potrà possedere degli strumenti che permetteranno di utilizzare le energie rinnovabili, come ad esempio dei pannelli fotovoltaici per sfruttare l’energia solare per produrre energia elettrica, oppure dei semplici pannelli solari per massimizzare il riscaldamento.

Una casa in classe a naturalmente, dovrà avere dei bassi consumi di energia durante l’anno, e questi sono riportati all’interno della tabella energetica, che è liberamente consultabile da chiunque lo voglia. Infatti un immobile di classe A riesce a consumare in media la metà rispetto ad un’abitazione che è di classe B, ovvero quella con capacità immediatamente inferiore. In Italia la maggior parte delle case presenti in vendita, nonostante siano classificate come a grande risparmio energetico, sono solamente di classe F o di classe G. Ciò significa che producono un consumo energetico per metro quadrato 5 volte maggiorio di quello di una casa in classe a.

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>