Specialisti in appartamenti in affitto

Tasi: affitto, subaffitto e nuda proprietà

risparmio

ottobre 15, 2014 • Affitto

 

Domani, per alcuni, sarà l’ultimo giorno per pagare la prima rata della Tasi. Per altri invece, la tassa sui servizi che fanno parte della Iuc, insieme alla IMU ed alla TARI dovra essere pagata in un’unica rata nel mese di dicembre.
Siete informati su come si paga quando la casa è in affitto o in subaffitto? A chi spetta pagare la Tasi quando si è in una situazione du nuda proprietà o usufrutto?

Tasi: affitto, subaffitto e nuda proprietà

Tasi, affitto e subaffitto, locazione e sublocazione

In caso di affitto o locazione, al proprietario dell’immobile spetterà pagare una quota compresa tra il 70% e 90%.

Come spiegato all’interno dell’articolo 1, comma 671, legge 143 del 27-12-2013, il pagamento della Tasi spetta a chi possiede l’unità immobiliare e a chi la detiene o occupa: ai fini della detenzione o occupazione si deve capire chi davvero conduce l’immobile, cioè chi lo ha ammobiliato, connesso alla rete elettrica e idrica. Il proprietario deve immancabilmente pagare la sua parte, ma chi vive in subaffitto non deve pagare la Tasi, dato che se tutto è regolare, egli non dovette arredare la casa nè allacciare le utenze.

Tasi: affitto, subaffitto e nuda proprietà

Indicazioni tratte dai siti dei Comuni

Tasi, usufrutto, nuda proprietà, dichiarazione dei redditi

“Mi hanno regalato un appartamento ma il donatore si è riservato il diritto di usufrutto, chi deve pagare la Tasi e chi deve indicare l’immobile nella dichiarazione dei redditi?”

L’art. 26 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi dice che tutti gli obblighi tributari spettano all’usufruttuario in quanto i redditi fondiari concorrono a formare il reddito complessivo di chi possiede l’immobile a titolo di proprietà, enfiteusi, usufrutto o altro diritto reale.

Coloro i quali hanno la sola nuda proprietà non devono pagare la Tasi nè inserire nella dichiarazione dei redditi l’immobile, dato che “nuda” significa che non gode di nessun beneficio attualmente.

La persona a cui hanno regalato l’immobile invece dovrà farsi carico di pagare la Tasi, Tari e l’Imu. Una volta in cui sarà finito l’usufrutto dovrà dichiarare la casa nella dichiarazione dei redditi, dato che la nuda proprietà sarà diventata proprietà effettiva.

Articolo aggiornato ad ottobre 2014.

 

 

Fonte: ilportafoglio.info

Share

Una risposta a Tasi: affitto, subaffitto e nuda proprietà

  1. MARCO PREDICATORI scrive:

    Buon giorno, sono proprietario di un appartamento molto grande dove sono residente. Ho subaffittato due camere ad una società.
    Continuo ad essere esente dal pagamento dell’IMU perché prima casa oppure no ?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>