Specialisti in appartamenti in affitto

Annunci di affitti razzisti

5

aprile 25, 2014 • Affitto, Attualità

 

“Affitasi appartamento” ma non a tutti, soprattutto non ai meridionali. Incredibile ma vero, gli annunci di affitti razzisti estistono ancora (nel 2014!) e sono più frequenti di quello che si possa pensare: meridionali e stranieri i più presi di mira.

Pochi giorni fa un annuncio di affitto di una camera in un appartamento in condivisione a Parma ha fatto indignare i cittadini ed ha suscitato i commenti più disparati dal popolo del web. Ecco l’annuncio in questione, presa dal periodico online ParmaToday:

Annunci di affitti razzisti

 Affittasi piccolo appartamento, “no animali, no stranieri”.

Bar in zona centro cerca cameriere, “astenersi extracomunitari”.

Affitto bilocale arredato in zona Paolo Sarpi, “solo referenziati italiani, no cinesi”.

“Simili inserzioni sul web, fino a qualche mese fa, quasi non esistevano – afferma Maurizio Crippa, responsabile dell’orientamento al lavoro della Cgil di Milano – ora invece ne compaiono a decine ogni giorno”

Annunci di affitti razzisti

 

A Firenze, era stato pubblicato un annuncio razzista ma non era riguardante una camera in affitto, bensì un posto di lavoro vacante. Anche dal punto di vista delle occupazioni, il razzismo è molto presente e questi annunci lo dimostrano:

Annunci di affitti razzisti

Una legge vieta gli annunci razzisti

 Il decreto legislativo 215 del 2003, che introduce “la parità di trattamento, indipendentemente dalla razza e dall’origine etnica” vieta gli annunci discriminanti e razzisti. Il proprietario che scrive l’annuncio non rischia niente dal punto di vista legale, ma chi pubblicizza obbliga le inserzioni dovrà risarcire i danni morali.

 

 

Fonte: Republica.it

Share

10 Risposte a Annunci di affitti razzisti

  1. Claudio scrive:

    ma basta con questo razzismo, ognuno è libero di scegliere a chi affidare-affittare i suoi beni

  2. maria scrive:

    capisco, ma io ho affittato a una famigliola nigeriana e mi hanno combinato un pasticcio, con la scusa che ospitavano un fratello, in realtà l’avevano sub affittata e sono scappati, io avevo un inquilino con la residenza da alcuni mesi a mia insaputa e risultava che avevo affittato senza contratto, non mi pagavano più l’affitto perchè aveva dato 2000 euro al precedente affittuario che praticamente lo aveva imbrogliato, per mandarlo via ho speso un sacco di soldi di avvocato, e anche una famiglia di rumeni, con contratto regolare, mi stavano fregando, i carabinieri sono intervenuti e gli hanno detto che per colpa di certi comportamenti gli italiani non affittavano più agli strarnieri, ed era gente con posto di lavoro ben retribuito.

  3. Paola scrive:

    Ormai non credo che si tratti neanche più di razzismo ma quasi di “salvaguardia” della specie, è assurdo ma è più facile per gli stranieri trovare lavoro o casa perché (apparentemente) meno esigenti, e non approfondisco la questione, non capisco però cosa c’entrino i Meridionali, non sono mica tutti coinvolti nella malavita del sud, che ormai si estende all’Italia tutta, grazie anche a chi ci governa

  4. Fran scrive:

    Come straniera non ci vedo nulla di male nel mettere filtri a chi si vuole affittare.
    Non la vedo come offesa. Anche perché non credo proprio che essere stranieri sia negativo…. Anzi!

  5. cristian scrive:

    Per quanto riguarda l’affitto di un posto letto ci mancherebbe anche che non posso scegliere con chi convivere, ridicolo è il pensare il contrario

    Per quanto riguarda l’affitto di un immobile visto che son mi pagano, mi fan danni, ecc… non vedo perchè non potrei scegliere di non affittarlo a chi mi pare a me.
    Il razzismo in questo caso non c’entra proprio niente, inutile che fomentiate pensieri sbagliati

  6. Matteo Di Stefano scrive:

    Non è tanto il razzismo di fondo che mi fa schifo quanto tutto questo ipocrita, demagogico, parlare di razzismo, quando ci sono differenze che a tutt’oggi andrebbero tolte. A Roma ad esempio, per case disabitate, e a basso prezzo con tanto di contratto, vogliono solo ragazze. Questo è sessismo. La differenza è che invece del colore della pelle vedono la differenza di genitali, ma comunque la logica rimane la stessa. Quindi, invece di vedere queste cose e saltarci sopra per cavalcarle come puttane in calore, direi proprio che sia il caso di eradicare tante altre differenze che andrebbero viste prima: il razzismo è la punta dell’iceberg, e lo dico da antispecista.
    Un applauso a chi ha scritto l’articolo, basta andare su qualsiasi sito di annunci per vedere che le differenze si fanno costantemente.

  7. rolando scrive:

    la legge purtroppo non difende sempre chi subisce . inquilini che non pagano a volte mettono in imbarazzo il proprietario che deve in ogni caso pagare spese condominiali anche comprendenti spese di riscaldamento ed altro con possibilità di liberare appartamento solo dopo alcuni mesi e dopo aver affrontato costi accessori come avvocato e spese tribunale. guarda caso, gestisco per professione patrimoni immobiliari, e la maggioranza degli “impagabili” sono extra comunitari in particolar modo , nel nostro caso provenienti dal marocco. Chiaramente poi le mie collaboratrici quando sentano rispondere a nostri annunci persone provenienti da tale paese dicono che a marocchini non affittiamo più – Siamo razzisti ? no ! affatto ! ai marocchini abbiamo affittato ! ma siamo stati scottati dal loro comportamento ! Abbiamo a dir la verità anche marocchini puntuali …. ma sono mosche bianche ! I miei nonni sono stati emigranti … uno in francia ed uno in germania …. ma tutti e due mi hanno sempre detto che là tutti dovevano rigare diritto altrimenti tutta la comunità degli emigranti subiva conseguenze …. qui invece …. la restante parte degli emigranti giunti ….. ridono alle spalle dei poveri italiani. Giusto ? lascio decidere ai lettori . Nei nostri annunci mettiamo in modo esplicito di non contattarci se sono di origine marocchina. NON ci fidiamo più. Siamo razzisti ? No ! non credo ! Anzi ne sono convinto ……faccio un semplice calcolo delle probabilità …. come fanno tutti …. in ogni campo …. da lì … la maggioranza delle rogne. La libertà individuale è anche quella di stabilire di fare del proprio patrimonio quel che si vuole …… pertanto sarebbe forse un imbroglio far rispondere a tutti ben sapendo a monte che ad un certo tipo di ….. gente non si affitterebbe mai. Al fine di non incorrere in segnalazioni o denunce inutili …. dopo aver sentito consulenza legale …. nei nostri annunci … mettiamo frase ….. se sei extracomunitario e provieni dal marocco …risparmia la telefonata ! tutto qua.

  8. alessandro scrive:

    purtroppo i legislatori dovrebbero capire che se vogliono continuare a spremere i proprietari devono dare agli stessi la possibilità di buttar fuori inquilino che non paga non dopo quasi un anno ed affrontando spese . Vuoi l’ IMU te la paghiamo forse non volentieri ma la paghiamo e tu legislatore dacci la possibilità di spostare chi non paga … come accade in tutti i paesi civili . italiani, stranieri od extracomunitari. Poi è chiaro che la maggioranza di chi non paga viene dagli ‘esteri, nulla hanno da perdere, entrano e sanno che ci staranno per mesi senza pagare. Dov’è la giustizia ? Si vuole rilanciare l’edilizia ? che sia possibile all’investitore rientrare nel proprio immobile posto a reddito in modo veloce senza dover spendere soldi e soffrire verso gente che ti ride in faccia ! e ti dice ” non capisco ” quando poi ha dei diritti …. capisce benissimo.

  9. domenico scrive:

    purtroppo le eccezioni ci sono, in generale le persone del nord hanno certe abitudini
    e certi riguardi, quelle del sud altri parametri cosi come gli stranieri in particolare rumeni e
    latini…..non sono razzista ho molti amici di tutte le nazionalita e localita’ ma purtroppo per esperienze fatte cerco di scegliere quasi sempre persone del nord Italia o che da anni vivano al nord, usi e costumi fanno la differenza ed il modo di trattare le cose, per carita’ vi sono un sacco di persone per bene ed educate ma alcuni dimenticano che affittare un a propieta’ non significa usarla come cosa propria e poterla anche maltrattarla e deteriorarla,
    se ne paga l’uso ma non il deterioro! Se poi si dice affitto a una famiglia e vi sono 4 o 6 posti letto non ci possono entrare 8 o 10 persone e magari anche animali, non tanto per il numero di persone ma sicuramente per l’incomodità che si viene a creare e conseguentemente il mal trattamento delle cose ed oggetti della casa.

  10. pierluigifacchetti scrive:

    Ho avuto una coppia di inquilini, un siciliano e una napoletana, in quel di Bergamo dove avevo una seconda casa. Due persone squisite che mi hanno lasciato l’immobile migliore di come l’hanno trovato quando glielo ho affittato; lo confesso, incrociando le dita. A trovarne di inquilini così: puntuali a pagare e amanti della pulizia.
    E’ anche vero però che la morosità tra inquilini stranieri e, in misura minore, tra meridionali è alta. Sarà perchè la mobilità ed il pendolarismo tra queste comunità sono più alti delle comunità stanziali. (Alle brutte si scappa…)
    Come si spiega però che l’80% (380 su 440 nel 2014) delle esecuzioni giudiziarie degli immobili attualmente sotto pignoramento, in Bergamo e provincia, riguardano proprietari stranieri o meridionali?
    Propongo a chi si scandalizza e si straccia le vesti strillando “al razzismo al razzismo” si facciano garanti in solido (col portafoglio in mano) per morosità o mutui non pagati…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>