Specialisti in appartamenti in affitto

Vivere nello stadio della tua squadra: a Londra è possibile

Highbury

febbraio 15, 2014 • Architettura, Arredo urbano

 

Upton Park

Upton Park

Il West Ham United, squadra di calcio di Londra, ha confermato la vendita del suo stadio, che sarà trasformato in 700 appartamenti.

Non è stato confermato il prezzo della vendita, ma i dirigenti della squadra hanno dichiarato di aver respinto più importanti offerte economiche per scegliere una società che si impegnasse a rispettare la facciata dello stadio di Upton Park.

Highbury

Highbury

Si tratta di Galliard Homes, la stessa società edilizia che ha trasformato nel 2010 lo stadio Highbury dell’Arsenal, sempre a Londra, in un complesso di edifici. In questo progetto è rimasta intatta la facciata dello stadio ed è stato anche rispettato il prato, diventando tanti piccoli giardini.

Highbury

Highbury

La società responsabile della ristrutturazione ha confermato che i colori del West Ham saranno predominanti, e gli edifici verranno chiamati con i nomi dei giocatori più importanti della squadra. Non solo si trasformerà lo stadio ma anche altre zone circostanti.

Così, i tifosi del West Ham che possono permetterselo, potranno vivere nello stadio della loro squadra preferita. Sicuramente una grande opportunità per i tifosi nostalgici.

E a voi, vi piacerebbe vivere nello stadio della vostra squadra di calcio se diventasse un edificio?

Artemio Franchi

Artemio Franchi

Anche in Italia gli stadi che si trovano vicino al centro della città sono suscettibili di essere assorbiti dalle aree urbane e probabilmente presto si proietteranno nel nostro paese trasformazioni simili a quelle che hanno avuto luogo a Londra.

San Paolo

San Paolo

Fonte: ilsole24ore

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>