Specialisti in appartamenti in affitto

Le 5 migliori applicazioni per calcolare le tasse

cal

febbraio 10, 2014 • Economia

Oggi abbiamo deciso di stilare una classifica con le migliori applicazioni per calcolare le tasse principali riguaranti gli immobili. È sicuramente utile sapere quanto si dovrà sborsare.  Nel web, abbiamo trovato delle applicazioni che ci sono sembrate veramente utili e vogliamo condividerle con voi:

Le 5 migliori applicazioni per calcolare le tasse

 

  1. Calcolare la TARES – la tassa sui rifiuti
  2. Calcolare APE - Attestato di Prestazione Energetica ( Ex ACE)
  3. Calcolare IMU – Imposta municipale propria. L’IMU deve essere pagata da tutti i proprietari di immobili residenziali, commerciali e terreni agricoli, i titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, superficie, enfiteusi), gli utilizzatori con contratti di leasing finanziario e i concessionari di beni demaniali. Quindi nel caso di immobile dato in affitto, a pagare l’IMU è il proprietario e non chi ci abita in affitto.
  4. Calcolare MINI-IMU - Imposta residuale che solo i proprietari delle prime case dovranno pagare. L’importo della Mini IMU corrisponde al 40% della differenza tra imposta calcolata con aliquote base e imposta calcolata con le aliquote deliberate dal Comune per ciascuna tipologia di immobili.
  5. Calcolare il VALORE CATASTALE – Base di calcolo per altra imposte come la rendita catastale. E’ sufficiente conoscere la categoria catastale di appartenenza e la rendita catastale non rivalutata, consultabile nell’ultima dichiarazione dei redditi oppure presso l’uffico del catasto.

Cosa ne pensate? Voi quali applicazioni calcolate quando dovrete sborsare per le tasse sugli immobili?

 

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>