Specialisti in appartamenti in affitto

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

luglio 4, 2014 • Risparmiare sulle bollette

 

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

 

L’ energia minieolica o piccolo eolica può essere un’ottima soluzione per ridurre il consumo di energia. Grazie a questo tipo di energia è possibile produrre la propria elettricità, e risparmiare sulla bolletta elettrica notevolmente. Ma ci sono sei cose fondamentali che dovete chiedervi prima di fare un piccolo impianto eolico.

1. Ho abbastanza risorsa eolica?

La prima cosa che dovete chiedervi prima di effettuare un’installazione minieolica è, se avete sufficiente vento nella vostra zona, tanto che si possa produrre energia elettrica con un mulino a vento in modo più o meno costante.

Per avere una prima idea della velocità media del vento in una località particolare potete controllare l’atlante eolico d’ Italia.

La velocità del vento minima per una buona prestazione può variare secondo le caratteristiche di ogni turbina. Generalmente un piccolo impianto eolico, diventa apportuno dai 4-5 km/ora. In ogni caso, si consiglia di effettuare misurazioni di vento disponibile in situ, con una società specializzata.

2. Che tipo di turbina eolica è quella giusta per me?

Ci sono fondamentalmente due tipi diversi di turbine eoliche: ad asse verticale e ad asse orizzontale. Vediamo le sue caratteristiche principali, ed i vantaggi e gli svantaggi che presentato ciascuno di essi:

Gli aerogeneratori eolici ad asse orizzontale (HAVT) sono i più comuni. Sono i più efficienti ed economici, anche se non tollerano il vento rafficato, né i cambiamenti di direzione del vento. Hanno bisogno di una banderuola per l’orientamento, di fronte al vento.

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Gli aerogeneratori eolici ad asse verticale (VAVT ) hanno il vantaggio di adattarsi a qualsiasi direzione del vento. Generano poche vibrazioni e sono più silenziosi. Invece, offrono prestazioni più povere e sono più costosi.

3. Come scegliere la torre di sostegno di una turbina eolica? Quali ostacoli possono diminuire le prestazioni?

Una corretta altezza della torre di sostegno dell’aerogeneratore, è importante. Se si posiziona la turbina eolica ad un’altezza molto bassa, perdiamo prestazioni e può perfino far fallire il nostro progetto. Al contrario, una torre di sostegno troppo alta può aumentare notevolmente i costi di installazione. C’è una vasta gamma di sistemi di ancoraggio.

Si deve tenere sempre a mente è che se la torre è più alta sarè maggiore la forza del vento. Viene consigliata un’altezza minima, senza ostacoli, di circa 10 metri. Se ci sono degli ostacoli, bisogna aggiungere 10 metri in più, in relazione all’altezza dell’ostacolo.

È necessario mantenere una distanza tra ostacoli e la turbina. Evitare la presenza di ostacoli vicini non porosi, come edifici o muri. In caso di ostacoli semi-permeabili, come alberi o altre strutture, devono mantenere una distanza minima di 7 a 10 volte il diametro dell’ostacolo.

4. Quanta potenza è necessaria nella turbina eolica?

La potenza giusta dell’aerogeneratore dipende dall’energia che si desidera produrre. La potenza normale per uso domestico, va dai 4 kW, in un piccolo alloggiamento, fino ai 10 kW nel caso di una casa in una zona residenziale o rurale. Nel caso di immobili industriali, uffici o edifici con una attività specifica, ci sarà bisogno di potenze superiori.

5. Quali procedure devono essere eseguite per legalizzare un piccolo impianto eolico?

Se vogliamo eseguire un’installazione, le formalità da svolgere sono diverse a seconda della potenza dell’aerogeneratore:

· Per gli impianti fino a 60 kW, la legge prevede una procedura di autorizzazione, denominata PAS, Procedura Abilitativa Semplificata. Per ottenere tale autorizzazione si dove presentare:

- un progetto architettonico ed elettrico tramite il comune in questione.

- il Preventivo di Conessione, assegnato da ENEL.

- Oltre ai documenti che, il responsabile del procedimento, possa considerare necesario consegnare.

Dopo aver consegnato tutti i documenti si devono attendere 30 giorni per ottenere l’approvazione.

· Per gli impianti superiori ai 60 kW, deve essere presentata una domanda di Autorizzazione Unica presso la Regione competente oppure la Provincia delegata.

Si deve tenere a mente che molte regioni utilizzano la procedura di autorizzazione PAS per gli impianti inferiori a 1000 kW.

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Inoltre, prima di iniziare i lavori di installazione sarà necessario ottenere l’Autorizzazione sismica, rilasciata da Genio Civile.

Lo Stato, attraverso il GSE stabilisce una tariffa energetica ridotta (fino al 2015) per gli impianti minieolici, ma in proporzione all’energia prodotta. Non ci sono incentivi previsti per l’installazione delle turbine eoliche.

6. Come posso contattare gli installatori di energia eolica?

Ci sono molte aziende che vendono e distribuiscono turbine eoliche, vi consigliamo di contattare professionisti e diffidare dei prezzi troppo bassi.

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Minieolico: 6 cose che dovreste sapere

Speriamo che questo articolo abbia risolto tutti i vostri dubbi sugli impianti eolici. In ogni caso, potete chiedere alla nostra community ciò che non sia ancora chiaro.

 

Fonte: clickrenovables

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>