Specialisti in appartamenti in affitto

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

giugno 16, 2014 • Tasse

 

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Cerca il tuo comune

Il decreto legge ratificato dal Consiglio dei ministri, ha fissato il 16 ottobre come termine ultimo per il pagamento della prima rata della Tasi, per i comuni che non hanno ancora precisato le aliquote.

Il Consiglio dei ministri ha messo fine alle speculazioni, e sembra che, almeno per ora, sia finita la confusione che esisteva sul pagamento della Tasi.

Con questa approvazione, le scadenze sono prorogate, ma il periodo di pagamento viene specificato, evitando così che la raccolta di questa tassa si dilati troppo nel tempo, cosa che sarebbe dannosa per l’economia del governo italiano.

Mentre il primo ministro e altri membri del governo volevano che il termine della retribuzione fosse stabilito dopo il ritorno dalle vacanze e l’inizio dell’anno scolastico, il Ministero dell’Economia ha optato per un breve ritardo, per non deteriorare di più le casse dello Stato.

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Il testo approvato a Palazzo Chigi dispone le seguenti scadenze:

· Per i Comuni che hanno già assunto la deliberazione TASI entro il 23 maggio 2014, viene confermato l’obbligo di pagamento entro il 16 giugno 2014 sulla base delle aliquote e detrazioni approvate dal Comune stesso

· Per i Comuni che non hanno assunto le deliberazioni TASI entro il 23 maggio, il versamento della prima rata TASI viene posticipata al 16 ottobre 2014. A tal fine, i Comuni devono deliberare entro il 10 settembre le aliquote e le detrazioni.

· Nel caso in cui per il 10 settembre il Comune non avesse ancora deliberato le aliquote e le detrazioni TASI, l’imposta sarà dovuta applicando l’aliquota di base pari all’1 per mille e sarà versata in un’unica soluzione il 16 dicembre 2014. Sempre nel caso della mancata determinazione, la Tasi dovuta dall’occupante sarà nella misura del 10 per cento dell’ammontare complessivo del tributo, determinato con riferimento alle condizioni del titolare del diritto reale.

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Rinvio della Tasi: Il csm approva il decreto legge

Inoltre, i comuni devono snellire e semplificare l’elaborazione dei pagamenti, adottando nei loro uffici moduli precompilati.

Per domande su scadenze e modalità di pagamento della Tasi, è possibile consultare le FAQ del Ministero, o porre una richiesta nella nostra community.

 

Fonte: Repubblica

 

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>