Specialisti in appartamenti in affitto

Affittare con i cinque sensi

dicembre 16, 2014 • Uncategorized

 

Gli esseri umani nascono con 5 sensi: vista, tatto, olfatto, gusto ed udito. Di conseguenza dispone di 5 maniere per percepire le cose. Quando si tratta di affittare un immobile, i proprietari si focalizzano sul senso della vista, e non prestano attenzione agli altri 4 sensi. Senza dubbio si tratta di un errore, se ci si vuole differenziarsi dagli altri proprietari per affittare casa piú rapidamente.

L’ Home Staging,vuole fare capire l‘importanza di stimolare tutti i sensi nel momento di vendere o affittare un immobile. In questo modo si potranno captare piú clienti, ed aumentando i potenziali inquilini aumentano anche le possibilitá di affittare casa piú velocemente.

Vi proponiamo alcuni consigli da utilizzare per affittare il vostro appartamento con i cinque sensi.

 

Affittare con i cinque sensi

Senso della vista

La vista ci informa quanto pulita ed ordinata è una stanza. Prima di pulire casa è altamente raccomandabile dipingere le pareti ed organizzare bene l’arredamento. Ricordate di prestare molta attenzione all’entrata ed alla porta, dato che sono le prime cose che gli inquilini vedono in un appartamento.
Attraverso la vista si capta anche la brillantezza ed il colore, ed in questo caso la luce gioca un ruolo fondamentale. Si cosniglia di aprire le ante e le tende, accendere le luci di tutta le stanze e del corridoio. Se i potenziali inquilini visiteranno la casa di notte, si raccomanda di accendere anche le luci all’esterno.

 

Affittare con i cinque sensi

Senso dell’udito

Le persone sempre sono alla ricerca di pace e tranquillità, anche e soprattutto quando vivono nel cuore della città. Le finestre con i doppi vetri, le pareti con isolamento acustico aiutano a minimizzare i rumori. Altri rimedi sono: le tende di tela spessa, tappeti e moquette, piante ed arbusti collacati strategicamente, eccetera…  Attraverso l’udito si percepiscono anche rumori su cui non si puó avere il controllo: una scuola vicina, un cane che abbaia alle 9:00 di mattina, un treno che passa veloce.. In questi casi è sempre raccomandabile mostrare la casa nei momenti in cui questi rumori non disturbano.

Affittare con i cinque sensi

Senso del tatto

Il tatto aiuta a percepire meglio ció che si vede. In una casa pulita, organizzata e luminosa si raccomanda di scegliere un arredamento e degli elementi decorativi coerenti con l’ambiente: tende, cuscini ecc…

Il tatto serve anche a provare emozioni e sensazioni. Ricorda che al momento di ricevere un potenziale inquilino, la stretta di mano sicura e professionale, trasmetterà sicurezza.

Affittare con i cinque sensi

Senso dell’ olfatto

L’ olfatto è relazionato con il nostro comportamento emozionale ed alla memoria. Per questa ragione si raccomanda di spargere in casa un’aroma  gradevole: caffè, vaniglia, mela verde, torta al cioccolato ecc.. Questi profumi piacciono alla maggior parte delle persone e trasmettono la sensazione di una casa accogliente.

Gli odori che invece producono schifo e nausea sono: umidità, spazzatura, tubi sporchi ecc.. Assoltamente raccomandabile prendere le giuste precauzioni prima di far vedere la casa agli inquilini o compratori. Nessuno vuole vivere in una casa che puzza.

 

Affittare con i cinque sensi

Senso del gusto

 

Si puó utilizzare il senso del gusto per attrarre possibili inquilini. Durante la visita della casa, offrite biscotti, dolci, thè, caffè o perchè no un bicchiere di vino, dipende dall’ora. L’obiettivo è far sì che il cliente si sente a suo agio e percepisca l’immobile come già suo.

Utilizzando nella maniera adeguata queste strategie basate sui cinque sensi, affittare il vostro immobile sarà semplice e rapido, molto presto avrete un nuovo inquilino.

 

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>