Specialisti in appartamenti in affitto

Detrazione dell’affitto dello studente all’ estero

Detrazione dell’affitto dello studente all’estero

febbraio 9, 2015 • Affitto studenti

Anche gli studenti o i genitori con a carico uno studente in erasmus possono detrarre le spese per l'affitto sostenute dal ragazzo durante il periodo di studio all'estero.

 

Anche per gli studenti che si trovano a studiare all’ estero, in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo Spazio economico europeo, attraverso i diversi progetti come Erasmus, Leonardo, ecc., dal 2012, potranno godere della detrazione sulle spese d’affitto riservata agli studenti fuori sede.

In generale le detrazioni sull’affitto possono essere godute da tutti gli inquilini, in base al proprio reddito, come specificato dettagliatamente nel nostro precedente post “Detrazione d’affitto, come capirla in modo semplice”.

L’allargamento del beneficio è stato deciso dal Governo Monti con l’articolo 16 della Legge 217/2011, entrata poi in vigore il 1° gennaio del 2012 appunto.

Il suddetto articolo della legge Monti ha integrato la lettera i-sexies dell’articolo 15, primo comma, del Tuir, che regolava appunto la detrazione escludendo però gli studenti italiani iscritti in atenei dell’Ue.

A seguito della modifica è stato aggiunto che “alle medesime condizioni ed entro lo stesso limite”, la detrazione prevista per gli studenti fuori sede in Italia si applica anche “sui canoni derivanti da contratti di  locazione e di ospitalità stipulati dagli studenti iscritti a un corso di laurea presso un’università ubicata nel territorio di uno Stato membro dell’Unione europea o in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo”.

In pratica, gli stessi principi validi per le spese dello studente sostenute in territorio nazionale, valgono anche per quelle spese affrontate all’estero, durante brevi o piú prolungati periodi di studio all’estero.

In pratica, lo sconto si applica nella misura del 19% su una spesa complessiva di 2.633 euro, e verrá detratto direttamente dallo studente possessore di un proprio reddito, o dal genitore o dai genitori che ne sostengono il mantenimento. Pura vendo sostenuto una spesa annua di 3000 euro d’affitto, il massimo sconto ottenibile sarà comunque pari a 500 euro, cioè il 19% di 2.633.

Per le famiglie aventi piú di un figlio a carico e specialmente per i genitori con più figli a carico al 50%, lo stesso limite di 2.633 euro, oltre a essere applicabile su ciascun figlio, è anche applicabile alla spesa effettuata da ciascun genitore. In termini pratici, se ad esempio ci fossero due figli a carico, ciascun genitore, pur avendo speso 3mila euro per un figlio e 3mila per l’altro, potrebbe comunque portarsi in detrazione, nel complesso, il 19% di 2.633 euro.

Share

Tags: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>