Specialisti in appartamenti in affitto

Toscana: le ultime fasi per richiedere gli aiuti per l’ affitto

Toscana: le ultime fasi per richiedere gli aiuti per l’affitto

marzo 9, 2015 • Giovani

GiovaniSì, progetto a favore dei giovani toscani. Tanti aiuti anche sul tema casa. Scopri come fare richiesta del contributo al pagamento del canone di locazione.

 

È scaduta il 31 gennaio la possibilità per i giovani toscani di presentare domanda di accesso agli aiuti per l’ affitto inquadrati nell’azione Casa del progetto GiovaniSì.

È infatti attivo il quinto bando sulle “Misure a sostegno dell’autonomia abitativa dei giovani. Contributo al pagamento del canone di locazione”, allegato A, e si passa ora alla seconda e terza fase per ottenere gli aiuti.

Decreto_n.5882_del_03-12-2014-Allegato-A

Come vi abbiamo raccontato nel post “La Regione Toscana contribuisce agli affitti dei giovani”, si tratta di una misura  che vede l’ investimento di 45 milioni di euro da parte della Regione Toscana che pretende stimolare l’ indipendenza dei giovani studenti o lavoratori nella regione.

I contributi saranno di tre anni e, a seconda delle condizioni economiche e familiari di ogni singolo caso, possono comprendere tra i 150 e i 350 euro al mese.

Quali sono i requisiti principali per poter partecipare al bando?

Le concessioni sono destinate ai giovani tra i 18 e i 34 anni, con priorità quelli tra 30 e 34 anni. Bisogna essere residenti in Toscana da almeno due anni, presso il proprio nucleo familiare. Per le coppie consolidate, almeno un membro della coppia deve soddisfare queste condizioni.

L’ immobile deve essere situato in Toscana e presentare i titoli di abitabilità in ordine.

La prima tappa, quella della presentazione delle domande, Allegato B, andava fatta entro il 31 gennaio 2015  all’indirizzo “Regione Toscana, DG Coesione CD Diritti e sociale di cittadinanza, Settore Politiche abitative, Via di Novoli 26, 50127 Firenze ” oppure attraverso internet, sia con il sistema informatico Ap@ci, o via email a: regionetoscana@postacerti.toscana.it.

Decreto_n.5882_del_03-12-2014-Allegato-B

La seguente tappa è la presentazione dell’ ISEE, si ha tempo fino al 16 di marzo, bisognerà quindi rientrare in un valore ISEE della famiglia di origine (genitori e parenti compresi quelli considerati affini, come i suoceri, entro il secondo grado) non superiore a 40.000 euro.

Il limite massimo di reddito IRPEF dei giovani richiedenti sarà:

  • 35.000 euro per i nuclei monoparentali e per i singoli
  • 45 000 euro in caso di nuclei familiari coppie sposate o di fatto e di due richiedenti
  • 55.000 in caso di tre o più richiedenti

Dal 1 gennaio 2015 sono entrate in vigore a livello nazionale le nuove modalità di determinazione dell’ISEE, informati sui cambi leggendo “ISEE 2015: ecco cosa cambia“.

Pertanto chi ha già presentato domanda a partire dal 1 gennaio 2015 deve allegare alla domanda di contributo l’attestazione ISEE rilasciata secondo le nuove disposizioni nazionali.

Proprio tenendo conto delle difficoltà oggettive nell’ottenere il nuovo attestato ISEE entro il termine di scadenza del bando (31 gennaio 2015), la Regione Toscana ha stabilito, con Decreto_n.48_del_15-01-2015, la possibilità per i giovani di poter inviare, come integrazione alla domanda, l’allegato ISEE entro e non oltre il 16 marzo 2015.

La terza tappa avviene una volta uscita la graduatoria, se selezionati, andrà infatti compilato il modulo C, ovvero la “Richiesta di pagamento del contributo”.

Decreto_n.5882_del_03-12-2014-Allegato-C

I contributi verranno erogati in quote anticipate semestralmente a seguito della presentazione del contratto d’affitto. Tale contratto dovrà avere la durata minima di 3 anni per un immobile che dovrà esser situato in Toscana.

Non vengono ammessi contratti stipulati per gli immobili:

  • Considerati di lusso, in categoría A1, A8 e A9.
  • Affitti parziali e di singoli vani.
  • Contratti di affitto stipulati con parenti e affini.
  • Stipulati prima della data del 1 febbraio 2015.
  • Sottoscritti da soggetti non compresi dalla graduatoria.
  • I contratti di subaffitto.

Una volta uscita la graduatoria, che sarà resa pubblica nel BURT e disponibile sul sito web di GiovaniSì, si avranno 180 giorni per stipulare e presentare alla Regione Toscana il contratto d’affitto.

Per maggiori informazioni e delucidazioni:

GiovaniSì

info@giovanisi.it

Numero verde 800 098 719 (lunedì– venerdì, ore 9.30- 16)

URP Regione Toscana – Ufficio relazioni con il pubblico della Regione – Via di Novoli, 26 Firenze

Numero Verde – 800 860070

urp@regione.toscana.it

Lunedì, Mercoledì e Giovedì 9,00 – 18,00 / Martedì e Venerdì 9,00 – 13,30

 

 

 

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>