Specialisti in appartamenti in affitto

APE: nuovo certificato energetico in arrivo il 1 di ottobre

APE: nuovo certificato energetico in arrivo il 1 di ottobre

settembre 29, 2015 • Edilizia sostenibile, Preferiti

Il 1 di ottobre entra in vigore la nuova legge sul certificato energetico degli immobili. L’attestato unico nazionale, prevede 10 classi energetiche e l’obbligo per il certificatore di effettuare almeno un sopralluogo. Ma vediamo quali cambi sono previsti dalla nuova legge nazionale.

Con il DECRETO LEGISLATIVO 3 marzo 2011, n. 28, veniva recepita la direttiva Europea 2002/91/CE, prevedendo l’obbligatorietà a partire dal 1 gennaio 2012, della presentazione del certificato energetico degli immobili.

Attraverso tale Decreto però non vi era uniformità a livello nazionale, ma vi si trovava in una giungla di casi a seconda di dove si trovava l’immobile in questione. A partire dal 1 di ottobre viene sancita l’intesa tra regioni e autonomie locali grazie al Decreto Pres. Repubblica 16/04/2013 n. 75.

Cosa prevede il nuovo APE unificato

La principale novità sarà proprio la metodologia di calcolo energetico omogenea a cui le regioni avranno due anni di tempo per adeguarsi.

Il nuovo Ape dovrà contenere:

  • la prestazione energetica globale dell’edificio, sia come energia primaria totale che primaria non rinnovabile;
  • la qualità energetica dell’edificio sia in inverno, per il riscaldamento, che in estate per il raffreddamento;
  • i dati relativi all’uso di fonti rinnovabili, le emissioni di anidride carbonica e l’energia esportata.

Le classi energetiche passano da 8 a 10, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore).

Il certificato energetico manterrà una validità di 10 anni.

Nell’Ape dovranno però esser indicate delle proposte per poter migliorarne l’efficienza energetica, distinguendo tra interventi importanti di ristrutturazione e interventi più semplici per la riqualificazione energetica, con indicazione degli incentivi finanziari possibili.

Il certificatore energetico

Con il decreto n 75 viene previsto che il certificatore energetico deve essere un profesionista abilitato e deve effettuare almeno un sopralluogo presso l’immobile da certificare.

Sanzioni

Le sanzioni previste per la non presentazione della certificazione o per una incorretta valutazione sono le seguenti:

  • sanzioni a carico del certificatore, multa da 700 a 4.200 euro, per un APE non corretto;
  • del direttore dei lavori, multa da 1.000 a 6.000 euro, per la mancata presentazione dell’APE al Comune;
  • del costruttore/propietario, multa da 3.000 a 18.000 euro in caso di mancata redazione dell’APE per edifici nuovi, ristrutturati, messi in vendita o in affitto.

Costo del certificato unificato

L’Enea entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto fornirà le statistiche sugli Ape e i relativi costi medi da sostenere.

L’Enea inoltre metterà online una sezione dedicata alle tecnologie utili per incrementare l’efficienza energetica degli edifici, con i relativi costi di realizzo  i possibili incentivi regionali e nazionali previsti.

Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica 
(SIAPE)

Entro 90 giorni inoltre Enea dovrà istituire il SIAPE, ovvero il sistema informativo unificato che comprenderà la gestione di un catasto unico degli Ape, degli impianti termici e dei relativi controlli. E si prevede verrà integrato con il catasto degli edifici.

Share

Tags:

3 Risposte a APE: nuovo certificato energetico in arrivo il 1 di ottobre

  1. Ornella scrive:

    Buon giorno, vorrei chiedere con questa nuova la nuova legge sul certificato energetico degli immobili.,
    Io l’ho fatta appena due anni fa, ora come devo comportarmi?
    Grazie Ornella

  2. Giuliana scrive:

    Gentile Ornella, ci risulta che il testo della legge all’ Art.6 comma 10 del D.Lgs 192/05 menziona che: L’obbligo di dotare l’edificio di un attestato di prestazione energetica viene meno ove sia già disponibile un attestato in corso di validità, rilasciato conformemente alla direttiva 2002/91/CE. Pertanto nel tuo caso se sei in possesso di un certificato rilasciato in conformità con la legge, non sei tenuta a richiederne uno nuovo secondo la nuova direttiva, fino alla sua scadenza.

  3. Giuseppe scrive:

    Buongiorno
    è possibile avere i watt delle nuove classi energetiche ?
    grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>