Specialisti in appartamenti in affitto

Come passare da due intestatari ad un solo in un contratto di affitto

Come passare da due intestatari ad un solo in un contratto di affitto

ottobre 26, 2015 • Affitto, Preferiti

Quando la coppia scoppia, oltre ai problemi di cuore molto spesso bisogna fare fronte anche ai problemi burocratici. Uno di questi potrebbe essere il passaggio da due intestatari ad un solo in un contratto di affitto. Ecco come fare per risolvere velocemente ed in maniera corretta questo cavillo.

Numerose sono le domande che arrivano alla nostra Community, che chiedono ai nostri esperti come ci si deve comportare, magari alla fine di una relazione, per quanto riguarda il contratto di locazione di un immobile.

Riportiamo quella di Gabriele, che domanda:

Io e la mia ex ragazza siamo intestatari di un contratto di affitto 3+2 partito dal 07/2012. Come da tiolo, vorremmo passare da due intestatari a uno solo.
A rimanere nell’appartamento sarebbe lei, ma entrambi potremmo sostenere il costo del canone da soli.
Quale il procedimento corretto per attuare il tutto?
Il Locatore potrebbe rifiutare di affittare solo a lei e/o solo a me eventuamente?
Quali sono gli eventuali costi del procedimento?

Per poter rispondere correttamente a questo quesito dobbiamo valutare due aspetti principali:

  • In quale modo ognuno delle due persone interessate possono uscire da questo vincolo
  • Come comunicare il recesso parziale all’ Agenzia delle Entrate

 

IMPORTANTE: nel caso in cui i conduttori fossero piú di uno, è legale recedere dal contratto in qualsiasi momento per ognuno dei soggetti, rispettando le regole ed i patti che regolano il recesso, anche senza che gli altri facciano lo stesso.

Si tratta di un “recesso parziale” e il contratto continuerá ad essere efficace ed in regola nei confronti dei conduttori restanti, che si vedranno obbligati, in pratica, al pagamento totale del canone (questa cifra potrebbe essere troppo onerosa ed il conduttore restante potrebbe dovere cercarsi un altro inquilino per dividersi le spese).

Una sentenza della Cassazione (n.1011 del 27 febbraio 1978) dichiara:

“La coesistenza nello stesso rapporto locatizio di più conduttori non esclude che ciascuno di questi sia tenuto per la medesima prestazione (nella specie, pagamento del canone) con distinta e autonoma obbligazione. In tal caso si deve ritenere che essi siano obbligati in solido a norma degli articoli 1292 e 1294, Codice civile, poiché si versa in ipotesi di obbligazioni solidali, nelle quali si ha in realtà, non un’obbligazione unica con pluralità di soggetti, ma tante singole obbligazioni quanti sono i debitori, connesse fra loro e aventi, ciascuna, per oggetto l’identica prestazione”.

Come si puó svincolare uno dei conduttori dal contratto di affitto?

Come abbiamo detto prima, si tratta di recesso parziale. La persona che intende lasciare la casa dovrá inviare una lettera di recesso con un preavviso di 6 mesi (spiegando i gravi motivi per cui rincuncia all’appartamento). Altra opzione sará quella di parlare in maniera civile con il locatore e trovare una via di incontro. Se non dovessero trovare una soluzione, il conduttore uscente non sará libero dalle obbligazioni contrattuali.

Non è necessario il consenso dell’altro conduttore.

Come comunicare all’ Agenzia dell’ Entrate il recesso parziale

A recesso avvenuto occore comunicare all’ Agenzia delle Entrate. Bisogna pagare 67 euro tramite il modello F24 Elide (codice tributo 1502) e presentarlo all’ufficio in cui il contratto fu registrato, in allegato al modello RLI compilato in questo modo:

  • Nella sezione ADEMPIMENTI SUCCESSIVI scegliere CESSIONE. Indicare la data di cessione/subentro (data di risoluzione del rapporto con il conduttore uscente);
  • Indicare i dati del contratto ceduto;
  • Identificare il locatore come richiedente ( inserire il suo codice IBAN), tipo soggetto 1;
  • Nel quadro B (soggetti) non scrivere niente nella sezione del locatore, nella parte dei conduttori indicare prima il conduttore cedente/uscente (barrando la casella relativa) e poi quello cessionario/residuo, anche in questo caso barrando la casella relativa.

 

 

Share

Tags:

7 Risposte a Come passare da due intestatari ad un solo in un contratto di affitto

  1. Carlo scrive:

    Il recesso del contratto non è di mesi sei, ma concordabile tra le parti in fase precontrattuale per un periodo MASSIMO di sei mesi.

  2. FRANCESCA D. scrive:

    Attualmente nel contratto di locazione siamo 3 inquilini. In due abbiamo dato disdetta. . Possiamo fare un unico recesso parziale?
    Inoltre è subentrato un problema non trovo la ricevuta della raccomandata attraverso cui ho mandato la disdetta. Potrebbe essere un problema?

  3. Juan scrive:

    Ciao Francesca,
    ti consiglio di chiedere il parere dei nostri esperti della Community, sapranno sicuramente esserti d’aiuto.
    Grazie!

  4. claudio scrive:

    Sono il locatore di un alloggio affittato con canone cedolare secca a madre e figlia (sul contratto compaiono i due nomi). La figlia ora andrà via e la madre rimarrà nell’alloggio accollandosi tutte le spese. Ho seguito le istruzioni date sopra per comunicare alla ADE il recesso parziale tramite la cessione della persona uscente alla persona già presente sul contratto. Ma l’ADE ha scartato la richiesta di cessione con la motivazione: UN CESSIONARIO RISULTA PRESENTE NEL CONTRATTO . Sembra che non si possa cedere il contratto ad una persona che è già presente nel contratto stesso. A logica, la cosa può avere anche un senso, ma come fare per superare il problema?
    grazie
    Claudio

  5. DIego scrive:

    Salve, anche io ho il problema di Claudio,
    sono il locatore di un alloggio affittato con canone cedolare secca a due persone (sul contratto compaiono i due nomi). Una delle due andrà via e l’altra rimarrà nell’alloggio accollandosi tutte le spese. Ho seguito le istruzioni date sopra per comunicare alla ADE il recesso parziale tramite la cessione della persona uscente alla persona già presente sul contratto. Ma l’ADE ha scartato la richiesta di cessione con la motivazione: UN CESSIONARIO RISULTA PRESENTE NEL CONTRATTO . Sembra che non si possa cedere il contratto ad una persona che è già presente nel contratto stesso.
    Come si può fare a lasciare valido il contratto modificando solo i conduttori?
    Grazie

  6. Raffaele scrive:

    sono il locatore di un alloggio affittato con canone cedolare secca a due persone (sul contratto compaiono i due nomi). Una delle due andrà via e l’altra rimarrà nell’alloggio accollandosi tutte le spese. Ho seguito le istruzioni date sopra per comunicare alla ADE il recesso parziale tramite la cessione della persona uscente alla persona già presente sul contratto. Ma l’ADE ha scartato la richiesta di cessione con la motivazione: UN CESSIONARIO RISULTA PRESENTE NEL CONTRATTO . Sembra che non si possa cedere il contratto ad una persona che è già presente nel contratto stesso.
    Come si può fare a lasciare valido il contratto modificando solo i conduttori?
    Grazie

  7. paolo scrive:

    Salve, anche io ho il problema di Claudio,l’ADE ha scartato la richiesta di cessione con la motivazione: UN CESSIONARIO RISULTA PRESENTE NEL CONTRATTO . Sembra che non si possa cedere il contratto ad una persona che è già presente nel contratto stesso.
    Come si può fare a lasciare valido il contratto modificando solo i conduttori?
    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>