Specialisti in appartamenti in affitto

Affitto per studenti, quando serve il contratto ad uso transitorio

Affitto per studenti, quando serve il contratto ad uso transitorio

luglio 8, 2016 • Affitto studenti, Preferiti

Il contratto transitorio è la soluzione per gli studenti universitari che permette loro di affittare una casa per un tempo minore alle altre forme di contratto di locazione.

Molti contratti di locazione hanno durata maggiore di tre o quattro anni ed è impensabile per uno studente il cui ciclo formativo dura tre, per fare un esempio, dovere accettare un vincolo cosí lungo.

Il contratto di locazione ad uso transitorio è la formula perfetta che combina le esigenze dei ragazzi, alle esigenze di proprietari immobiliare. Ecco nello specifico in cosa consiste.

Durata di un contratto transitorio per studenti universitari

  • Periodo minimo: 6 mesi
  • Periodo massimo: 36 mesi
  • Se viene pattuito un periodo inferiore a 6 mesi o maggiore di 36, la clausola risulta essere nulla e verrà applicata in automatico la norma sulla durata minima o massima
  • Al momento della prima scedenza, il contratto verrà rinnovato automaticamente per lo stesso periodo pattuito, a meno che lo studente comunichi allo studente, 3 mesi prima, l’intenzione di non rinnovarlo.
  • Lo studente puó recedere per gravi motivi, con un preavviso di 3 mesi.

Affitto per studenti, quando serve il contratto ad uso transitorio

Forma e contenuto del contratto transitorio

Questo contratto dovrà essere redatto utilizzando un modello  predisposto dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture (DM 30 dicembre 2002, Allegato F) e sarà considerato nullo in mancanza di queste parti:

  • Generalità delle parti
  • Descrizione della posizione dell’immobile che si deve trovare nel Comune dell’università frequentata o in un comune vicino.
  • Canone di locazione
  • Modalità di pagamento
  • Durata stabilità
  • Sarà obbligatorio indicare che il conduttore fuori sede è iscritto ad un corso di laurea presso l’Ateneo della città
  • Bisognerà indicare che il conduttore ha capito tutte le informazioni ed ha ricevuto tutti i documenti, compreso l’attestato di prestazione energetica. Nel caso in cui mancasse questo documento, le due parti (lo studente ed il proprietario immobiliare) sono soggetti ad una sanzione amministrativa. Il pagamento di questa multa non esenta dal fatto che si dovrà comunque presentare l’attestato di prestazione energetica entro 45 giorni.
  • L’importo del canone di locazione è stabilito secondo i canoni territoriali
  • Non è ammessa la sublocazione

Recentemente abbiamo offerto un’intervista al portale Prontopro, dando dei consigli su come cercare casa in una nuova città cercando di rispondere alle domande più frequenti di studenti o no che si trovano ad inziare una nuova vita lontano da casa.

 

Dubbi? Chiedi alla Community!

 

 

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>