Specialisti in appartamenti in affitto

Come creare un angolo zen in casa

copertina

agosto 31, 2016 • Design, Preferiti

Ogni casa dovrebbe essere il luogo per eccellenza di calma e relax, un rifugio tranquillo dove poter abbandonare e alleviare tutto lo stress della vita quotidiana.

Quando non è così, il rimedio arriva direttamente dalle antiche filosofie orientali, che attraverso secoli di cultura e tradizione, ci insegnano tutti i principi fondamentali per come creare un angolo zen in casa e migliorare così il benessere personale.

Zen è una parola di origine giapponese, che si concentra in particolare, sulla meditazione e sulla continua ricerca del benessere fisico e mentale. L’angolo zen è la parte della casa dedicata esclusivamente al rilassamento quotidiano, dove poter praticare esercizi come la meditazione e lo yoga, o semplicemente il luogo dove isolarsi dal resto del mondo. Vediamo allora come creare un angolo zen in casa.

#1  Scegliete uno spazio della casa tranquillo e isolato

Per realizzare il vostro angolo zen scegliete innanzitutto una parte della casa tranquilla e isolata dai rumori. Il consiglio è quello di utilizzare deiseparéper isolare l’angolo zen, in modo da dividerlo dal resto della stanza. Se poi sono presenti delle finestre, vi suggerisco di scegliere le tipiche tende giapponesi in carta di riso che oltre a donare un tocco orientale all’ambiente vi permetteranno di ottenere una luce naturale e accogliente, proteggendo al tempo stesso la vostra privacy

#Affidatevi alla cromoterapia per scegliere il colore giusto

La cromoterapia è una filosofia che utilizza i colori per influenzare gli stati d’animo. Ciò significa che attraverso l’uso corretto dei colori -e in base ai risultati che intendete ottenere – è possibile migliorare notevolmente le proprie condizioni mentali ed emotive.

Se nel vostro angolo zen state cercando un atmosfera che vi infonda calore e forza, allora il colore da scegliere è senza dubbio il rosso. Per aumentare l’ottimismo e l’entusiasmo il colore giusto è l’arancione, mentre il giallo è l’ideale per favorire l’allegria e infondere energia. Infine, tutti i colori freddi, come il blu e il verde, tendono a promuovere il rilassamento e la tranquillità.

#3 Scegliete i Tatami come rivestimento per il pavimento

Il Tatami è tradizionale pavimento giapponese formato da più stuoie in paglia di riso intrecciata e accostate l’una all’altra.La sua principale caratteristica è quella di essere un pavimento morbido al tatto sul quale è possibile sedersi e anche praticare, ad esempio, gli esercizi di meditazione zen.

 Come creare un angolo zen in casa

#4 Create un’atmosfera zen con piante o un mini giardino zen

La natura è un altro elemento fondamentale da inserire nel vostro angolo zen per creare la giusta atmosfera. Nella cultura giapponese sono particolarmente apprezzate le piante sempreverdi come la felce e il ginepro bonsai, mentre sarebbe meglio evitare le piante che hanno un odore troppo forte e che potrebbe risultare fastidioso.

Un’idea molto originale e creativa è quella di inserire le piante in un tradizionalemini giardino zen insieme anche a sabbia, sassi e acqua. Coltivare un giardino zen aumenta i sentimenti di serenità e armonia, e non occorre per forza disporre di un ampio spazio. Ad esempio, l’azienda Arpel propone anche pavimenti di tatami su misura con un’isola di legno all’interno per ospitare il vostro giardino zeno una fontana con un risultato finale davvero suggestivo.

Come creare un angolo zen in casa

#5 Arredate l’angolo zen con mobili e accessori in stile orientale

Per come arredare l’angolo zen, tutto dipenderà dalla vostra fantasia edall’uso che vorrete farne. Per quelli che amano rilassarsi in compagnia di un buon libro, la soluzione ideale è quella di inserire nell’angolo zen una capiente libreria con tutte le vostre letture preferite, abbinandola a una pratica poltrona futon trasformabilesulla quale coricarsi e che in poche mosse diventa un comodo letto per leggere da sdraiati.

Potreste collocare poi al centro della stanza il tipico tavolino basso giapponese, a pochissimi centimetri dal pavimento, e le sedie basse zaisu in sedersi per gustarsi una tisana rilassante.

Per uno spazio dedito alla meditazione, potete inserire i tradizionali cuscini giapponesi Zafu e Zabuton da collocare direttamente sul pavimento di tatami e che garantiscono la giusta postura durante la meditazione.

Per gli amanti invece dei massaggi, non c’è nulla di meglio di un tradizionale futon da massaggi da stendere direttamente sul tatami e da ripiegare facilmente quando non utilizzato.

Come creare un angolo zen in casa

#6 Create l’illuminazione giusta

L’illuminazione è un altro elemento molto importante all’interno del vostro angolo zen, che non deve essere né troppo forte ma neanche troppo buia. Sostituite le lampade artificiali privilegiando candele dai colori rilassanti in grado di diffondere una lucemorbida e soffusa per creare l’atmosfera giusta.

Come creare un angolo zen in casa

#7 Profumate l’ambiente con fragranze rilassanti

L’ultimo segreto per rendere il vostro angolo zen davvero rilassante è aggiungere un tocco di profumo nell’aria: candele profumate, incensi e oli essenziali sono alleati perfetti per ridurre lo stress. In particolare ci sono alcune fragranze, come l’olio essenziale di basilico, che sono note per il loro effetto antistress e antidepressivo, mentre le essenze dal potere calmante per eccellenza sono la lavanda e la camomilla.

Come creare un angolo zen in casa

Come avete visto basta davvero poco per creare un angolo zen in casa, nel quale rilassarsi e recuperare le energie. Che si tratti di una stanza o solo di un angolo, lo stile che si ispira ai principi della filosofia orientale conferisce agli spazi un senso di pace e tranquillità indispensabili al giorno d’oggi per affrontare lo stress quotidiano.

 

Elena Muratti, redazione di Arpel

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>