Specialisti in appartamenti in affitto

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

giugno 27, 2016 • Design, Preferiti

Una casa stretta non è un problema se puoi sfruttare i metri in altezza. Eccovi questi tre esempi che arrivano dalla Polonia, Giappone e Germania. Edifici strettissimi che peró hanno trovato un escamotage per ricavare spazio. Guarda qui:

La casa polacca

Dicono sia la casa più stretta del mondo. È stata disegnata dall’architetto Jakub Szczęsny, si trova a Varsavia e si chiama ‘Casa Keret’ dal nome del suo primo inquilino, lo scrittore e direttore di cinema israeliano Etgar Keret.

L’edificio ha una struttura metallica che misura circa 92 centimentri nel suo punto più stretto e 152 centimetri nel suo punto piú largo. Queste dimensioni ridotte non impediscono alla casa di avere tutto quello che si possa necessitare: dormitorio, cucina, bagno e piccolo salottino.

1

2

3

La casa giapponese

Questa casa giapponese si trova a Setagaya City, Tokio e dispone di 230 m2 divisi in due piani. Guardate il pavimento, si perde nel corridoio! Fotografie trovate su Kotatu.

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

Gli archietti si sono ingegnati per farci stare un piccolo studio, cucina, magazzino… tutto nel corridoio!

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

Come sarebbe vivere in una casa strettissima?

La casa tedesca

A Kiel,città ubicata al nord della Germania, c’è un’altra casa strettissima. È talmente stretta che si è autoproclamata la casa più stretta d’Europa, arrivando a misurare solo 80 centimentri nel suo punto piú stretto.

Non sappiamo se si tratti veramente della più stretta ma sicuramente non è la più piccola, dato che è distribuita su sei piani. Certo, ad alcuni di noi potrà sembrare un pochino scomodo vivere in una casa dove dobbiamo scendere e salire cosí tanti gradini, ma per il suo proprietario e per l’architetto Bjoern Siemsen, questo non sembra essere un problema. Che ne pensi?

 

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>