Specialisti in appartamenti in affitto

Arrivo di un bebè: ecco come preparare la cameretta

Arrivo di un bebè: ecco come preparare la cameretta

aprile 1, 2016 • Idee per arredare, Preferiti

I nove mesi che trascorrono tra la scoperta dell’attesa di un bambino e la sua nascita possono sembrare un tempo davvero molto lungo, in realtà ci sono parecchie cose da preparare prima del suo arrivo...

Una delle più importanti da fare è senza ombra di dubbio quella di sistemare la cameretta che accoglierà il bebè. Benché ci siano dettagli che cambiano in base al sesso del nascituro, i futuri genitori possono comunque scegliere alcuni elementi essenziali per arredare la stanza fin dai primi mesi di gravidanza. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Nonostante alcuni genitori decidano di tenere il piccolo nella propria stanza (talvolta persino nel lettone), è opportuno abituare il bebè  fin dai primi mesi di vita ad addormentarsi e dormire nella propria camera. Come sottolineano infatti numerosi psicologi, riservare un’area personale al neonato attiva in esso un processo di indipendenza e autonomia. Andrà quindi individuato lo spazio più adeguato per accogliere la cameretta: una stanza non troppo lontana da quella dei genitori, per permettere loro di raggiungerla rapidamente qualora di notte ce ne fosse bisogno. Il primo elemento da prendere in considerazione una volta scelta la camera è la personalizzazione delle pareti. Indipendentemente dal colore dei muri, che può richiamare il sesso del bambino oppure essere neutrale, ci sono alcune componenti che possono rendere unica la cameretta. Si può pensare di applicare degli adesivi murali con il nome del bebè oppure con qualche forma di soggetti particolarmente indicati per i bambini (orsetti, pesciolini, eccetera).  Un ulteriore accorgimento potrebbe rivelarsi quello di applicare sul soffitto o sul muro adiacente alla culla delle stelle fosforescenti, ideali per non lasciare il bebè nel buio più totale. Anche in questo caso si tratta di un prodotto adesivo e quindi applicabile alla superficie con grande semplicità.

Arrivo di un bebè: ecco come preparare la cameretta

Una volta sistemate le pareti, sarà il momento di pensare ad arredare lo spazio iniziando proprio dai mobili il cui acquisto risulta fondamentale. Una pratica cassettiera in cui riporre gli abiti che man mano verranno comprati oppure che parenti e amici inizieranno a regalare e una comoda culla per il nascituro rappresentano le basi per l’arredamento. Parlando di lettini è importante poi tenere a mente che nei primi mesi il bambino resterà immobile durante il sonno, ma crescendo anche di notte inizierà a girarsi nel letto e, per non farlo sbattere contro le aste della culla, un paracolpi può rivelarsi una valida soluzione. Altro elemento d’arredo importante è una poltrona, specialmente nei primi periodi quando gli orari del pasto del bebè sono molto ravvicinati. Può infatti essere un ottimo punto di appoggio sia per le mamme che allattano, sia per quelle che devono dare il biberon al proprio piccolo. Se poi volete tenere sempre sotto controllo il neonato, un articolo imprescindibile per la cameretta sarà il baby monitor. Nel corso degli anni questo oggetto ha subito grandi trasformazioni e oggi oltre alla tradizionale radiolina che permette di sentire il bebè, c’è la possibilità di acquistare la versione che mostra anche le immagini, come una vera e propria telecamera di sorveglianza. In questo modo potrete mettere a letto il neonato e godervi una goliardica cena tra amici oppure rilassarvi guardando il vostro film preferito alla televisione, senza dover essere in pensiero per ciò che accade nella sua cameretta.

Arrivo di un bebè: ecco come preparare la cameretta

Ci sono poi altri oggetti che possono rivelarsi utili ma che non sono di primaria necessità. Il primo riguarda la prevenzione: la paura del buio è infatti un sentimento innato che ogni bambino ha e che prima o poi esterna. Meglio quindi prevenire e dotarsi fin da subito di una luce notturna da mettere nella cameretta. Anche in questo campo sono stati fatti passi in avanti: si può trovare la classica lampadina da attaccare direttamente alla presa della corrente, ma anche delle lampade dalle forme simpatiche (a pile o ad elettricità) che possono essere appoggiate sulla cassettiera o sul comodino. Altro prodotto da acquistare può essere il carillon da culla: valido alleato sia in fase di svago che di addormentamento.

Arrivo di un bebè: ecco come preparare la cameretta

In base alla disposizione della casa e dello spazio che si ha nel bagno, si può infine inserire nella cameretta anche un fasciatoio. In questo caso ci sono diversi modelli: da quelli meno ingombranti che hanno un solo ripiano di appoggio per le cose utili durante il cambio a quelli più massicci che hanno pratici cassetti che possono contenere più cose.

 

Articolo scritto da Arianna Previdi, Social Media Manager di Stampaprint.

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>