Specialisti in appartamenti in affitto

Quando il riciclo non è solo moda: ispirazioni upcycling dal mondo

GABARAGE UPCYCLING DESIGN

novembre 4, 2016 • Design, Preferiti

Dall’ hotel austriaco arredato interamente con materiali di recupero all’orchestra in Paraguay che suona con strumenti realizzati a partire dalla spazzatura: un viaggio per comprendere la bellezza e l’importanza del design sostenibile.

La storia dell’hotel Blinder parte da molto lontano, più di cento anni, da quando fu inaugurato come albergo termale nella cittadina austriaca di Mönichkirchen. Qualche tempo fa, dopo essere diventato negli anni ‘90 un centro per la riabilitazione dei giovani tossicodipendenti, fu deciso di ristrutturare e rimodernare l’intero edificio. Così oggi, le 13 stanze destinate agli ospiti dell’albergo e ai partecipanti dei numerosi seminari organizzati dal Grüner Kreis, l’associazione no-profit responsabile del progetto, hanno un design tutto nuovo. Niente di straordinario, direte voi. Se non che, ogni singolo componente dell’arredo di queste stanze è stato creato utilizzando vecchi oggetti e materiali in disuso, dando forma alle atmosfere di 13 pellicole di culto.

GABARAGE UPCYCLING DESIGN - foto 2

Ce n’è per tutti i gusti: dai colori delicati e sognanti del Favoloso mondo di Amelie e di Chocolat  al vintage nostalgico di Forrest Gump e del Padrino, fino agli scenari futuristici del capolavoro Disney Wall-e.

  • foto4
    foto4

Cassette della frutta, pallet, vecchie assi di legno, bottiglie vuote e pneumatici fanno in ogni caso bella mostra di sé, ricordandoci il valore etico di qualcosa che invece che essere destinato all’abbandono e al degrado diventa la linfa di un nuovo, sostenibile processo creativo.

Quello dei rifiuti è un problema che purtroppo ha diverse ripercussioni a livello ambientale e sociale, più di quanto non pensiamo solitamente.

Lo sanno bene a Cateura, una delle città più povere del Paraguay, ma anche sede di una delle più grandi discariche del paese. Qui gli abitanti vivono letteralmente circondati dal pattume, diventato fonte stessa della loro sussistenza: migliaia di persone vivono ogni giorno scavando tra rottami, cercando di recuperare le materie prime per poi venderle, o fabbricando da sé oggetti di uso comune.

In tanta desolazione però, è nato un messaggio di speranza e di grande insegnamento alla sostenibilità. Sono 8 anni ormai che Favio Chavez, compositore originario del posto, ha dato il via a un incredibile progetto: la Landfillharmonic,un orchestra che suona esclusivamente strumenti musicali realizzati con i rottami provenienti dalla discarica di Cateura.

Fonte: GooglePicture - Violini di Landfillharmonic

Fonte: GooglePicture – Violini di Landfillharmonic

È stato così che vecchi assi di pallet, tubi, forchette e latte sono diventati violini, violoncellli, flauti, oboe e trombe, incarnando una storia di grande riscatto. A suonare questi strumenti sono infatti i bambini e i ragazzi di Cateura, salvati così dal mondo della criminalità e della dipendenza da droga e alcool. E se vi state chiedendo quale razza di suono potrebbe uscire da un violoncello di latta, fatevi un giro su youtube: rimarrete semplicemente a bocca aperta!

Oggi l’esempio della Landfillharmonic commuove e fa riflettere tutto il mondo, ponendo in modo sempre più pressante la domanda: quanto pesano davvero le nostre azioni, anche quelle che riteniamo più innocue?

Pesano eccome: ecco perché scegliendo un oggetto riportato a nuova vita rispetto a uno fabbricato ex novo ci aiuterà verso il percorso ad uno stile di vita più responsabile.

Le possibilità sono infinite e anche in Italia non mancano esempi di eccellenza: un vecchio bidone che diventa mobile per la cucina o un paio di vecchie valigie per arredare il soggiorno, consunte assi del parquet che si fanno testiera per il letto o, come ci insegnano i nostri esperti dell’upcycle tedeschi, una reflex rotta trasformata in lampada…allora, quale di queste idee vi ispira di più ad iniziare una nuova vita?

 

A cura di Federica Di Bartolomeo- Redazione homify.it

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>