Specialisti in appartamenti in affitto

Affitto: chi paga il compenso dell’ agenzia immobiliare?

Affitto: chi paga il compenso delll’ agenzia immobiliare?

giugno 27, 2017 • Affitto, Preferiti

A chi spetta pagare il compenso per l’agente immobiliare quando si affitta un appartamento? Si tratta sicuramente di un tema annoso, sul quale è utile fare un po’ di chiarezza.

La risposta, infatti, cambia in base alle circostanze: chi deve pagare l’agenzia immobiliare? L’inquilino o il proprietario? Anche se la legge stabilisce che la provvigione debba essere divisa in parti uguali, la norma generale puo’ essere modificata.

Se il locatore ha incaricato un’agenzia immobiliare di trovare potenziali interessati all’affitto di un appartamento, puo’ prevedere che a pagare la provvigione sia l’inquillino.  Nel caso in cui il padrone di casa stabilisce nel contratto una clausola secondo la quale a corrispondere la provvigione deve essere l’inquilino, se questi si sottrae al pagamento, non sta rispettando il contratto.

Il pagamento dell’agenzia immobiliare costituisce un onere a cui non poche volte le parti tendono a sottrarsi. La giurisprudenza fa chiarezza nel definire il momento in cui l’agente matura il diritto alla provvigione: quando, grazie alla sua attività, le parti concludono l’affare (anche se la firma del contratto avviene dopo la scadenza dell’incarico). L’affare s’intende concluso quando, per effetto dell’apporto del mediatore, si sia costituito tra il padrone di casa e il futuro inquilino un vincolo tale da condurre alla stipula del contratto vero e proprio (ad esempio un compromesso).

La legge stabilisce che la provvigione dell’agenzia immobiliare sia a carico di tutte e due le parti. Ma la regola può sempre essere modificata. L’inquilino e il padrone di casa infatti sono liberi di prevedere una deroga alla disciplina legale stabilendo – come succede nella norma – che il compenso all’agente sia a carico dell’inquilino. Questo significa che il padrone di casa è libero di porre, tra le condizioni dell’affitto, l’obbligo per l’inquilino di corrispondere la provvigione. Se quest’ultimo si sottrae al pagamento, ritenendo che competa al locatore, non sta rispettando il contratto.

Se il locatore ha incaricato un’agenzia immobiliare per trovare potenziali interessati all’affitto e tra i patti è previsto che la provvigione sia a carico dell’affittuario, sarà quest’ultimo a dover versare il compenso al mediatore, anche se non gli ha mai conferito alcun incarico e non ha mai firmato un contratto con l’agenzia. In questi casi, infatti, come chiarito dalla Cassazione [1], non conta la presenza di un accordo scritto ma l’utilità concreta che il mediatore, con la propria opera, sia riuscito a realizzare in favore dei contraenti.

desahucio-casa2

Normalmente quindi, la spesa dell’agenzia è a carico sia del padrone di casa che dell’inquilino, salvo patto contrario. Per cui, se tra le condizioni imposte dal locatore vi è il pagamento, a cura dell’inquilino, della provvigione quest’ultimo non potrà sottrarsi al versamento dell’importo.

Ricordiamo che il mediatore deve svolgere il proprio incarico rimanendo indipendente ed imparziale (ossia neutrale) rispetto alle parti intermediate, benché abbia ottenuto l’incarico solo da una di queste. Per aver diritto alla provvigione egli deve avere concretamente contribuito alla conclusione dell’affare: non è necessario che la sua opera sia la causa unica e diretta della conclusione del contratto, ma è sufficiente che abbia messo in contatto le parti e che tale circostanza costituisca l’antecedente indispensabile senza il quale l’affitto non sarebbe stato concluso. Non è necessario che l’opera del mediatore duri fino alla conclusione dell’affare. Ciò può verificarsi, ad esempio, nel semplice fatto di reperire l’altro contraente  oppure nella segnalazione dell’affare.

 

Fonte: laleggepertutti.it

Share

4 Risposte a Affitto: chi paga il compenso dell’ agenzia immobiliare?

  1. Fabio Zerbinati scrive:

    Il tema è attuale ed a mio avviso più complesso in quanto è necessario capire il regime di intermediazione applicato.
    Quanto menzionato nell’articolo è corretto ove riferisce al regime di intermediazione tipico od ordinario che dir si voglia e che prevede un atteggiamento “super partes” dell’agente. Tale atteggiamento implica che nessuna delle due parti, conduttore e locatore, abbia conferito un incarico specifico a squilibrio del regime medesimo
    Nel momento in cui è una sola delle parti ad aver conferito incarico, si rientra invece nel regime definito “atipico”.
    Il fatto che sia uno solo dei contraenti ad aver appunto incaricato con precisi obblighi di diligenza l’agente fa venir meno il carattere super partes e cosi anche il diritto alla provvigione in carico all’altra parte in causa.
    Non a caso una delle maggiori federazioni di agenti immobiliari in Italia ha recentemente rivisto la propria modulistica per le proposte di acquisto o locazione aggiungendo alla proposta stessa una pagina di incarico alla trattativa.
    In questo modo ove l’agente incaricato alla vendita o locazione avrebbe diritto alla provvigione solo dal suo committente, puo pretenderla anche dalla controparte che contestualmente alla proposta lo “incarica” a sua volta.
    Corte di Cassazione Cass. 16382/2009.

  2. Gabriella di santo scrive:

    A me è sempre successo di pagare come inquilino anche trovando da me l’appartamento su di un sito
    Ed essendo l’incarico ci ferito all’agenzia dal proprietario
    Come mai?

    Grazie

  3. Iadanza scrive:

    A Fabio mi permetto di far presente che la controparte di un incarico alla locazione è qualunque Cliente locatario intenda cercare un immobile con il tramite di un’Agenzia Immobiliare !
    Ne consegue che la semplice richiesta di Tizio (potenziale locatario) rappresenta senza ombra di dubbio un incarico a ricercare per suo conto un immobile da locare, qualunque sia la forma nella quale il servizio è richiesto.
    Peraltro, quasi tutti i formulari delle proposte di locazione contengono l’esplicita affermazione del locatario che intende locare l’immobile visionato tramite l’Agenzia (Incarica in altre parole l’Agenzia a mediare la richiesta per proprio conto !!!).
    Quanto alla provvigione, a chi spetta ed in che misura, è vero che può essere oggetto di trattativa sia da parte del locatore che da parte del locatario, ma è indubitabilmente vero che il Servizio è reso dall’Agenzia ad entrambe le parti e ciò sia normativamente che nella giurisprudenza corrente viene puntualmente affermato nella stragrande maggioranza dei casi anche dai Magistrati invocati dai ricorrenti nel tentativo di eludere l’obbligazione maturata!!
    Come sempre ,alla fine, è il buon senso che deve guidare tutte le parti in causa.

  4. meloni francesco scrive:

    sarò anche ignorante , ma con tutto questo casino sono sicuro che a pagare è sempre il più debole, ovvero chi ha più bisogno, sarebbe molto semplice !!!! io metto in vendita o affitto, pago io metto un articolo cerco e pago io noo???

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>