Specialisti in appartamenti in affitto

Affitto: restituzione delle chiavi e recesso anticipato

Affitto: restituzione delle chiavi e recesso anticipato

settembre 27, 2017 • Affitto, Preferiti

Non è possibile la disdetta anticipata dal contratto di locazione nel caso di restituzione delle chiavi e di accettazione da parte del padrone di casa. Anche se questi le accettasse non significherebbe che si è liberi dall’obbligo di pagare i canoni di locazione residui.

Secondo la Cassazione, solo un accordo scritto tra le parti può dar luogo, quindi, a una risoluzione anticipata dell’affitto. Cerchiamo di fare chiarezza e vediamo tutte le possibili implicazioni che possono sussistere tra la restituzione delle chiavi di casa e il recesso anticipato dal contratto.

L’ inquilino non puó lasciare la casa prima della scadenza dell’affitto, a meno che possa dimostrare che sia sopravvenuta una causa a lui non addebitabile e non prevedibile al momento della firma del contratto, la cosí chiamata giusta causa (ad esempio un trasferimento improvviso e non richiesto espressamente dal lavoratore; un vicino rumoroso particolarmente molesto; ecc.).

Anche in presenza però di tale giusta causa è dovuto un preavviso di sei mesi durante i quali i canoni vanno regolarmente corrisposti, anche se si lascia prima l’appartamento. Quindi, tanto il locatore quanto il conduttore sono tenuti a rispettare il termine di validità del contratto. Questo però non toglie che le parti potrebbero anche accordarsi per chiudere prima il rapporto. Ma tale accordo deve essere espresso e, preferibilmente, scritto. Restituire semplicemente le chiavi dell’appartamento al locatore non consente di smettere di pagare le residue mensilità, anche se quest’ultimo le ha accettate.

Il padrone di casa che abbia ricevuto le chiavi della casa potrebbe quindi ugualmente agire e notificare all’ex inquilino un decreto ingiuntivo.

desahucio-casa2

La consegna delle chiavi prima della scadenza dell’affitto e l’accettazione del proprietario dell’appartamento NON significano reciproca accettazione della risoluzione del contratto e di rinuncia, da parte del locatore, dei canoni dovuti per il periodo di preavviso (sei mesi) che la legge prevede, in capo al conduttore, in caso di recesso dal contratto.

Per poter liberare definitivamente l’inquilino dall’obbligo di pagamento non è sufficiente la messa a disposizione materiale dell’immobile, ma anche che questo sia libero da arredi e che il padrone di casa abbia espressamente esonerato l’inquilino dall’obbligo del versamento dei canoni residui.

La rinuncia ai canoni relativi al periodo di preavviso, non può desumersi dal semplice silenzio del locatore – in quanto il silenzio del locatore non è normalmente indice di una sua precisa volontà – ma deve risultare da atti o comportamenti inequivocabili; tale non è la mera accettazione delle chiavi inidonea, di per sè sola, a dimostrare la rinuncia del locatore al pagamento del corrispettivo per l’intera durata del preavviso al quale avrebbe avuto diritto per legge.

Se però l’inquilino dimostra che, nel periodo del preavviso di sei mesi, l’appartamento è stato comunque dato in affitto e che pertanto il locatore non ha subito alcun danno, non è tenuto a corrispondere dette somme. Diversamente, bisognerebbe sempre farsi firmare una liberatoria dal padrone di casa, all’atto della consegna delle chiavi, con cui questi rinuncia espressamente ai canoni futuri.

 

 

 

Fonte: laleggepertutti.it

Share

Una risposta a Affitto: restituzione delle chiavi e recesso anticipato

  1. Aggiungo per chiosa che è tutt’altro che raro l’inserire nel contratto un recesso convenzionale a favore del conduttore, con preavvisi anche minori di sei mesi se le parti lo concordano.

    Nel caso il conduttore non dovrà evocare i gravi motivi per il recesso, basterà la comunicazione scritta e il rispetto del preavviso.

    Solo in assenza di tale clausola di recesso convenzionale quindi capita quanto descritto nell’articolo per il conduttore.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>