Specialisti in appartamenti in affitto

Ecco come denunciare l’affitto in nero e risparmiare fino al 90% sul canone di locazione!

20 cents

luglio 18, 2013 • Affitto nero

come denunciare affitto in nero

Molti affittuari, e oramai non solo gli studenti, si trovano costretti dal proprio locatore a versare il canone mensile di affitto in nero, senza alcun contratto registrato. Questo, ti dicono, perché avrai la possibilità di pagare un affitto minore, visto che il proprietario della casa non dovrà pagarci le tasse. L’intervento del legislatore italiano, però, ha deciso di punire questi comportamenti con un metodo estremamente interessante: per denunciare un affitto in nero, il conduttore riceverà un grandissimo sconto sul pagamento mensile, addirittura fino al 90%! Ma come si può denunciare un affitto in nero? In questo articolo te lo spiegheremo per filo e per segno.

L’importanza di far valere i propri diritti

La conclusione di affitti in nero è una piaga che colpisce non solo gli affittuari, che perdono occasioni di affitto perché si rifiutano di concludere contratti in nero, ma anche per ogni cittadino italiano, dato che le casse dello Stato perdono gli introiti derivanti dalle tasse sulle locazioni. Dovrebbe essere dunque già di per sé un interesse di ciascuno di denunciare questa situazione: d’altronde, la congiuntura economica attuale, insieme con i bisogni impellenti di trovare una dimora, possono in certi casi far apparire la conclusione di un contratto in nero come un “male necessario”. Oggi, però, grazie all’intervento del legislatore italiano col d.lgs. 23/2011, celebre per l’introduzione della cedolare secca, il risparmio che potrai ottenere denunciano il contratto in nero sarà ben maggiore rispetto a quello che ti deriverebbe dalla conclusione del contratto stesso. Per farti capire meglio come denunciare un affitto in nero potrebbe migliorare la tua situazione, ti riportiamo un caso reale, avvenuto nel quartiere di San Lorenzo, a Roma: l’inquilino, che pagava 800 euro al mese prima della denuncia, paga ora solo 80 euro al mese! Ti sembra impossibile? Non è affatto così!

Perché si risparmia così tanto?

Forse ti starai chiedendo come sia possibile che la denuncia del contratto d’affitto in nero ti possa permettere di risparmiare cifre così elevate. La motivazione di questa differenza poggia sulla base di calcolo del nuovo canone mensile: difatti, nel momento in cui denuncerai il contratto in nero (e lo vedremo meglio tra poco), il tuo canone mensile verrà ricalcolato sulla base della rendita catastale dell’unità immobiliare in cui risiedi in affitto. Il vecchio contratto d’affitto, insomma, perderà ogni valore, con riguarda a durata, rinnovi, o pagamento mensile. Il nuovo canone di locazione sarà pari a tre volte il valore della rendita catastale dell’immobile interessato, ed è questa una cifra estremamente più bassa rispetto a quella degli attuali prezzi delle locazioni abitative. Hai capito allora come denunciare un affitto in nero possa rendere più agevole la tua vita?

Come si fa?

A questo punto ti potrebbe tornare utile scoprire come denunciare un affitto in nero: la procedura non è semplicissima, soprattutto nel caso in cui non avessi alcuna quietanza di pagamento tale da attestare che, in quella specifica unità immobiliare, tu vivi come inquilino e non come semplice ospite del proprietario. Vista la particolare complessità degli step progressivi che portano alla registrazione del contratto legale, potrebbe essere utile per te rivolgerti all’Unione Inquilini, oppure rivolgerti a un avvocato. È giusto però avvertirti che il ricorso a una causa legale non è necessaria: lo diventa solo, come ti spiegheremo, nella eventualità in cui tu non riuscissi a provare di essere in affitto in quella casa. In caso contrario, potrai tranquillamente svolgere l’intera procedura in assoluta autonomia. Ti illustriamo allora la procedura, sia normale, che potresti completare da solo, sia “integrata”.

  • Per prima cosa, dovrai verificare se il locatore ha registrato il contratto di affitto; solo in mancanza di registrazione il contratto è realmente in nero. Puoi fare questo da solo, recandoti nell’Ufficio Registro competente, oppure per tramite dell’Unione Inquilini o di altra associazione interessata, che spesso forniscono a tal fine assistenza gratuita.
  • Una volta verificata la mancata registrazione, dovrai procedere tu alla registrazione del contratto: infatti, per poter regolarizzare il contratto di affitto, non è assolutamente necessario il consenso della controparte contrattuale.
  • A questo punto, dovrai denunciare il proprietario dell’immobile all’Agenzia delle Entrate, corredando la denuncia coi dati anagrafici tuoi e del proprietario, la data in cui ha avuto inizio la locazione e il canone mensile corrisposto. Infine, dovrai allegare le prove del fatto che tu abiti quell’unità immobiliare come affittuario (quietanza scritta di pagamento del canone mensile, intestazione delle bollette di luce e gas,…); se non dovessi essere in possesso di alcun documento di prova, allora sarà necessaria l’instaurazione di una causa legale.
  • Completato lo step precedente, verrà verificata la rendita catastale e calcolato il nuovo canone mensile (come già ti abbiamo anticipato, il triplo della rendita catastale).Qui giunge il termine della procedura su come denunciare un affitto in nero: il locatore riceverà una raccomandata in cui gli verranno notificati la registrazione del contratto e il nuovo canone mensile di locazione.

Il contratto che così verrà a concludersi sarà un contratto di locazione 4+4, ossia con durata di quattro anni e rinnovabile per altri quattro. Come ti abbiamo accennato, il nuovo canone di locazione sarà molto probabilmente ridotto addirittura del 90% rispetto al prezzo originario.

22 Risposte a Ecco come denunciare l’affitto in nero e risparmiare fino al 90% sul canone di locazione!

  1. mirco scrive:

    io punirei anche gli inquilini che si prestano ad un contratto in nero. con tutti gli immobili in affitto perchè c’è gente che sceglie ancora quello in nero? andrebbero puniti pure loro.

  2. luigia corona scrive:

    …E se il proprietario è un amico di un carabiniere? Cosa denunci? Io l’ho fatto ed ho fatto proprio tutto, poi ho girato tutti gli alberghi poi le pensioni poi senza fissa dimora per 6 mesi ora mi hanno fatto la grazia di darmi un’ abitazione. Perchè dico grazia? Perchè con il mio lavoro non è curativo stare per strada, ma soprattutto, non ti fanno più avere una casa vera, si passano la voce come fossi tu la delinquente e nessuno ti da un’ abitazione, giuro non lo farò mai più, prendiamo il sindacato, inquilini e assegnatari qui a Cagliari: non mi ha tutelata anzi mi ha venduta al mio proprietario dicendo che non potevo stare in quella casa, che dovevo andare via, non solo- ho perso tutto: pellicce, vestiti e gioielli ma sopratutto i miei gatti. Sono uscita la mattina per andare a lavorare e non ho più visto nulla. So che i miei gatti sono stati uccisi, e la mia roba?! Ma sopratutto che fine hanno fatto le denunce presentate alla Guardia di Finanza e alla Procura della Repubblica? Ricordatevi che nessun avvocato a Cagliari si mette contro i carabinieri. Ora sono in una casa di nuovo senza contratto per NATALE ma non credo che duri e credetemi pago in un paesello piccolo piccolo 455 euro, non è vero che ti fanno pagare di meno, siete degli illusi se credete a quello che dicono, contro i carabinieri non si mette nessuno, poi ti cercano ti rendono la vita impossibbile, ti seguono giorno e notte. Non credeteci anche se è un amico dei carabinieri vince l’amico- tu non vincerai mai.

  3. magomariano scrive:

    Io dico solo una cosa: genera una guerra mai vista. Io vivevo in nero, sono andato via perchè non volevo creare casini per come vivo dopo lì dentro col proprietario di casa che mi scassa i marroni. Dove la trovo casa? I proprietari dopo si passano la voce e devi andare lontano 50 km da dove eri per trovare una casa migliore. Consiglio: andarsene e farsi gli affari propri per campare degnamente, da persona pulita.

  4. FANNY scrive:

    E PER COLORO CHE OCCUPANO ABUSIVAMENTE E POI HANNO IL CORAGGIO DI DENUNCIARE,CHI TUTELA IL PROPIETARIO?

  5. maria scrive:

    Nel mio palazzo alcuni affittuari sono a nero come potrei denunciare la situazione?

  6. Gaia scrive:

    Buongiorno Maria, grazie per il tuo commento.
    Il luogo migliore per porre questa domanda e ricevere risposte da esperti immobiliari e legali è la nostra Community. Copia la tua domanda qui e lasciati consigliare da professionisti del settore!

  7. Andrea scrive:

    Dicono che non è più così, ci sono notizie sui quotidiani di marzo che dicono che questa legge non è più valida.
    È vero?

  8. alexandro scrive:

    Salve io pago 350 euro di affitto in nero una stanza che misura meno di nove metri quadri e adesso il proprietario dopo nemmeno un anno di poi facciamo il contratto ci vediamo la prossima settimana e lui mi minaccia pure non ho piu privacy il fratello mi entra in casa senza avvisare vorrei denunciarlo lui incassa 20.400 euro l anno in nero spero di avere una risposta

  9. giuliana scrive:

    Gentile Alessandro, anche a te, come a tutti coloro che hanno commentato con la propria esperienza, consigliamo di rivolgersi all nostra Community, dove i nostri esperti potranno darvi indicazioni precise su come procedere per eventuali denunce e come procedere burocraticamente affiché vi venga riconosciuta la situazione di disagio e possiate trovare la soluzione migliore.

  10. stefano scrive:

    salve io sono in affitto da 6 mesi in nero il proprietario non mi rilascia nessuna ricevuta, quale prova posso portare per affrontare questa cosa? pago 500 euro mese per un monolocale. Ho solo le bollette della luce e gas intestate al proprietario, inoltre so che il figlio ha la residenza in questa casa anche se non l’ho mai visto ne conosciuto. Posso fare qualcosa?

  11. Gaia scrive:

    Buongiorno Stefano,
    purtroppo il problema dell’affitto in nero è ancora molto comune nel nostro Paese, e la soluzione è continuare a denuncaire alle forze dell’ordine la situazione per non perdere i tuoi diritti come inquilino. Chiedi alla nostra Community, i nostri esperti sapranno consigliarti al meglio!

  12. Francesco scrive:

    Ciao anche io pago 1000€ di affitto in nero da 2 anni per la mia associazione sportiva, ho denunciato all’ Agenzia delle Entrate, mi è arrivata una registrazione da pagare con una penale, adesso che succederà? So che non funziona più come prima per la riduzione dell’affitto, adesso che faccio? Continuo a pagare uguale? Mi sa che ho fatto una cavolata…

  13. Gaetano Gallinica scrive:

    Salve,io abito in Affitto in un appartamentino di pochi metri penso 40,la propietaria mi ha fatto un contratto che mi ha fatto Firmare,che però non ha mai registrato,io per la registrazione ho pagato 45 euro,e mi ha fatto comprare una Marca da bollo da 16 euro,il contratto se le tenuto la Propietaria tutti e 2 le copie,a me non mi ha dato la mia copia,il mensile lo sempre pagato a nero,e quindi non hò nessuna ricevuta,però io ho fatto le foto dell’appartamento dove si vedono tutti i miei vestiti televisori computer e tante altre cose.posso denunciare la Propietaria e dimostrare il tutto cone foto che ho fatto.Grazie

  14. marco scrive:

    la legge è filo comunista anche se io proprietario tengo un regolare contratto per mettere alla porta un moroso ci vuole un sacco di tempo e di soldoni ,poi si lamentano che si trova pochi immobili in affitto.questo sito mi sembra abbastanza fazioso e comunista i proprietari vanno sempre considerati e non osteggiati come fate voi ,per il semplice motivo che pure l’inquilino è da condannare se accetta l’affitto in nero.oppure voi pensate di no io penso di .siete e rimarrete degli squallidi italioti sicuramente italioti

  15. Gaia scrive:

    Ciao Marco,
    ci spiace che che il nostro blog ti sembri fazioso, il nostro obiettivo è quello di dare informazioni imparziali sia ai proprietari che agli inquilini.
    Grazie per il tuo commento!

  16. Marco scrive:

    Buongiorno
    Ho la residenza nell’abitazione che ho affittato dal 09/07/2004 e contestualmente ho le varie utenze intestate a me con tanto di consumo effettuato.
    Il primo contratto locativo mi è stato fatto nel 2009 e per il periodo di cui sopra ho pagato in contanti. Oggi che sono in guerra col mio proprietario mi chiedevo se posso segnalare alla GDF il periodo di nero.

  17. Juan scrive:

    Ciao Marco,
    grazie per il tuo commento, ti consigliamo di chiedere agli esperti della nostra Community http://www.mioaffitto.it/community.html
    Un saluto

  18. Biagio Greco scrive:

    Mi trovo in una situazione assurda dalla quale non so come uscirne , mi spiego.. I miei genitori hanno rispettivamente 83 anni mia madre e 87 mio padre oltre all’età hanno anche problemi seri di salute molto seri mio padre cardiopatico e mia madre tra le altre cose ha un tumore ed è in attesa di un intervento . Sono proprietari di un appartamento che hanno diviso per realizzare una unità immobiliare più piccola per darla in uso a d una persona che si occupi di loro visto la saluta e l’eta cagionevoli, dopo tante persone incontrate , mia madre ne ha scelta una che ha una figlia minorenne in attesa di una bambino, ha consegnato le chiavi dell’ ‘ appartamento per farlo visionare e non le ha più avute indietro, addirittura questa signora minaccia mia madre di denunciarla alla finanza perchè senza contratto di fitto . ora questa storia va avanti da due mesi , si è fatta alllacciare il telefono e non vuole prendere nessun impegno con i miei geniitori ne pe stuìtipulare un contratrto , ne per assistere i miei genitori ne per altro è convinta che staraà inn uso gratiis dell’apprtamento grazie allla denuncia . Come devo fare ci stanno l gi estremi per circonvenzione d’incapace nei confronti dei miei genitori e la finanza crederà a lei o ai miei gentorri che sono stati ingannati.. L’appartamento è arredato.

  19. Juan scrive:

    Buongiorno Biagio,
    ti invitiamo a scrivere il tuo caso nella nostra Community, dove esperti del settore potranno consigliarti che fare con il tuo inquilino.
    Grazie!

  20. Manuel scrive:

    Ecco, la solita storia. Dal momento che serve una vera e propria denuncia dai già che andrai a passare anni della tua vita fra avvocati, avvisi, processi e tante altre mille pratiche burocratiche che non ne vale la pena. Praticamente anche se vinci hai sempre perso!

  21. Riccardo scrive:

    Per l’affitto di un garage vale la stessa regola? come devo agire in tale merito? comporterà delle spese legali da parte mia? il canone che pago è praticamente pari a quello che pagano chi ha un contratto.

  22. Alice scrive:

    Ma tra tasse avvocato forse anche mutuo e interessi da pagare il proprietario in tasca si mette quasi nulla nel 90% dei casi. Dovrebbero essere tutelati maggiormente i proprietari che danno il loro unico, spesso, investimento ad altri e per poterlo mantenere devono fare i salti mortali. Poi trovi quelli che si lamentano che non gli va bene quella casa che non vogliono pagare….e la legge li tutela! Nel mentre il proprietario perde l’immobile che quasi sempre torna in mano agli unici strozzini” stato banche “” … ci si paga già ogni tipo di tassa e cavolo potrò gestire la mia casa come voglio?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>