Specialisti in appartamenti in affitto

Il contratto di locazione abitativa agevolata e i relativi vantaggi

locazione abitativa agevolata

novembre 19, 2013 • Affitto

locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata è stato introdotto dal legislatore italiano con la legge n.431 del 1998. La possibilità di ricorrere a tale forma più flessibile di contratto di affitto è concessa solo per unità immobiliare site in Comuni ad alta densità abitativa, i quali abbiano però concluso appositi accordi con le associazioni di categoria. Esso, però, non si rivela utile solo per il fatto di avere durata 3+2 anni (durata che le è valso il nome di contratto per gli studenti), dunque più snella del 4+4 del contratto normale, ma anche per una serie di ulteriori vantaggi. In questo articolo ti mostreremo i motivi per cui tale forma contrattuale può essere per te vantaggiosa!

I vantaggi per il locatore

Il locatore che ricorre al contratto di locazione abitativa agevolata riceve, dalla sua stipula, una serie non indifferente di benefici, sia fiscali che pratici. Vediamo brevemente in cosa si concretano tali vantaggi:

  • Innanzitutto, come già accennavamo, il locatore trova vantaggi di tipo fiscale. Infatti, se ricorre a tale tipologia contrattuale, il locatore gode di una detrazione pari al 40,5% sull’ammontare imponibile IRPEF, nonché una riduzione del 30% sulla tassa di registro e, infine, una riduzione sull’aliquota per la tassa IMU da parte del Comune
  • In secondo luogo, come reso evidente dalla formula del 3+2, il locatore può affittare la propria unità immobiliare per periodi di tempo più brevi, potendo sciogliersi prima da un vincolo altrimenti eccessivo
  • Infine, l’entità economica del contratto non spetta alla discrezionalità del locatore, bensì è fissata dai Comuni stessi con un range minimo e massimo, sulla base della zona di situazione e della metratura della sua superficie, rimuovendo così ogni rischio di speculazione

I vantaggi per il conduttore

Anche il conduttore che ricorre al contratto di locazione abitativa agevolata gode di molti benefici, certo non inferiori a quelli appena visti per il proprietario dell’unità immobiliare. Ne proponiamo una sintetica schematizzazione:

  • Essi sono prettamente di natura economica. Innanzitutto, si può immaginare che il canone mensile di locazione imposto dal Comune sia normalmente inferiore rispetto a quello che il locatore avrebbe richiesto
  • Inoltre, l’adozione di tale tipologia contrattuale permette l’accesso a sgravi fiscali e detrazioni altrimenti non godibili
  • Ma soprattutto, il conduttore potrà godere di tempistiche più snelle e meno vincolanti. Il contratto avrà durata base di 3 anni, rinnovabile di volta in volta per altri 2, e con la possibilità di recedere con un preavviso di almeno 6 mesi per gravi motivi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>