Specialisti in appartamenti in affitto

Come procedere per il rilascio del certificato di abitabilità a Roma

luglio 26, 2013 • Proprietari

certificato abitabilità RomaSe hai appena ultimato i lavori di costruzione o ristrutturazione della tua abitazione nella capitale, hai 15 giorni di tempo per richiedere il certificato di agibilità.

Tale documento attesta l’esistenza delle condizioni di sicurezza, salubrità, igiene e rispetto energetico, nei termini della normativa in vigore ed è rilasciato per l’intero immobile. È obbligatorio richiederlo per vendere, acquistare o affittare l’immobile.

Come fare la richiesta

Il comune non rilascia il certificato di abitabilità a Roma (oggi chiamato “di agibilità”) se la domanda non viene redatta sull’apposito modulo già predisposto e firmato in ogni sua pagina da tutti i proprietari e, in caso di un condominio, dall’amministratore.

Nel caso fossero state apportate delle modifiche strutturali (aumento/diminuzione dei vani, accorpamento o frazionamento di unità abitative, demolizioni, ricostruzioni, cambio del numero civico, modificazione delle condizioni igieniche e di sicurezza) a un edificio già munito di certificato di agibilità, si dovrà richiedere la modifica dello stesso.

Devono essere anche corrisposti i diritti di segreteria, calcolati secondo una tabella che prende in considerazione la metratura dell’immobile (nel caso di sola modificazione, se questa non ha interessato la cubatura non devono essere corrisposti tali diritti). Si dovranno comunque versare 150 euro, tramite bonifico.

Il modulo di richiesta va presentato presso il dipartimento di Programmazione e Attuazione Urbanistica, Ufficio Protocollo, sito in viale della Civiltà del Lavoro al civico 10, il lunedì o il giovedì mattina, dalle 8.30 alle 12.30.

L’ufficio Agibilità, controlla che la documentazione presentata all’uffici Protocollo sia completa, per istituire l’istruttoria tecnico-amministrativa.

Se tutto è in ordine e l’istruttoria ha esito positivo, l’amministrazione rilascerà il certificato di agibilità, che può essere ritirato presso lo stesso ufficio e negli orari già indicati, presentando una marca da bollo da 14,62 euro.

Se dopo sessanta giorni dalla presentazione, se non v’è stata risposta alcuna, e sempre a patto che le dichiarazioni rese corrispondano a verità e si sia presentata tutta la documentazione richiesta, il silenzio dell’amministrazione corrisponderà a un assenso.

Nel caso mancasse qualche informazione, l’ufficio preposto invierà tramite raccomandata la richiesta di completamento.

I sopralluoghi da parte della Azienda U.S.L. di Roma saranno svolte a campione. Se sorteggiato, ti sarà comunicato anche l’importo da versare per tale ispezione tecnica.

Se la domanda è inoltrata in ritardo

La normativa di riferimento, nella fattispecie il Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001 prevede anche delle multe in caso di presentazione della domanda dopo il termine prestabilito.

Il comune di Roma ha disciplinato la scala delle sanzioni pecuniarie come segue:

  • 77 € per presentazioni fra il sedicesimo e il trentesimo giorno dalla conclusione dei lavori;
  • 232 € per domande presentate fra il trentunesimo e il sessantesimo giorno;
  • 464 € se la domanda viene inoltrata dopo il sessantesimo giorno.

La multa verrà notificata agli interessati dopo la presentazione della domanda.

Per saperne di più sulla modulistica, consulta pure il sito del comune di Roma, settore Urbanistica.

Una risposta a Come procedere per il rilascio del certificato di abitabilità a Roma

  1. paola farchioni scrive:

    il Comune di Roma pubblica sul portale istituzionale i certificati di agibilità concessi. Per essere pubblicati devono essere prima firmati dal capoufficio responsabile.

    Sono anni che aspettiamo ma al momento questa agibilià non arriva.

    Chi è la persona responsabile a cui chiedere informazioni?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>