Specialisti in appartamenti in affitto

Varese: Il comune paga l’affitto dei morosi

Piazza Varese

dicembre 30, 2013 • Attualità, Problema abitativo

Varese

Varese

La giunta comunale di Varese ha annunciato la sua partecipazione al Fondo per morosità incolpevole, che, oltre a sovvenzionare e incoraggiare gli affitti sociali, fornirà supporto a quei cittadini che non sono in grado di pagare l’affitto del proprio appartamento.

È possibile beneficiare di tale contributo solamente in caso di morosità incolpevole ed un esempio riguarda  coloro che sono stati licenziati dal lavoro.

Sono aiuti necessari poichè nel 2013 sono stati 1500 i casi di sfratto nella regione. La dotazione deve essere consegnata prima che diventi effettivo il procedimento di sfratto e può coprire fino a 12 mensilità  non corrisposte al locatore. Tuttavia, in casi particolari, il Comune può fornire una copertura di 24 mensilità.

Piazza Varese

Piazza Varese

Nelle prossime settimane saranno specificate le condizioni di tali sovvenzioni. È certamente una buona notizia per una grande parte della popolazione che rischia di perdere la propria casa l’anno prossimo.

Ci si augura che il caso di Varese possa costituire un esempio per altre località italiane al fine di arginare il drammatico problema degli sfratti nel paese.

 

 

2 Risposte a Varese: Il comune paga l’affitto dei morosi

  1. nadia scrive:

    Ho un affitto di 600 euro umido, muffa, muri neri, aria irrespirabile: a forza di pulirla con candeggina e prodotti vari sono diventata allergica. Il Comune di Brugherio NON m’ aiuta ed ho la bronchite asmatica da 6 mesi. La forte tosse mi ha scaturito il reflusso gastrico; sto male, aiuto. Ho perso il lavoro da 5 mesi. Che faccio, mi sparo? Non c’è la faccio più. Mio marito vive con 1200 euro al mese, non posso fare visite e cure. A chi chiedo aiuto al Papa? In Italia lo stato ci ammazza.

  2. Gaia scrive:

    Buongiorno Nadia.
    Prima di tutto ci teniamo a dirti che ti siamo vicini e speriamo che si risolva tutto per il meglio, nel minor tempo possibile.
    Ti consigliamo di copiare la tua domanda nella Community, cliccando qui.
    I nostri esperti sapranno dirti a chi rivolgerti.

    Tieni duro!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>