Specialisti in appartamenti in affitto

Consigli pratici per illuminare il terrazzo

settembre 8, 2013 • Consigli domestici

illuminare terrazzoSe la tua casa è dotata di giardino, o anche solo di un ampio terrazzo, adatto a ricevere ospiti, è importante, anzi, necessario, che questa zona sia illuminata a dovere nelle ore serali e notturne.

Per evitare che dei punti luce non appropriati creino uno sgradevole effetto “abbagliamento” (cioè una sorta di nebbiolina luminosa che infastidisce la vista), vogliamo fornirti, in questa guida, alcuni utili suggerimenti:

  • Per illuminare il terrazzo, evita di scegliere lampade stile “globo”, dove la sorgente luminosa è visibile a occhio nudo: meglio prediligere fonti di luce “schermate” o riflesse da altri superfici.
  • È fondamentale che, per evitare spiacevoli incidenti, il tuo pavimento sia adeguatamente illuminato, con particolare attenzione ai gradini o ai dislivelli, magari con quei dispositivi di piccole dimensioni, che si incassano direttamente a livello del suolo.
  • Bisogna evitare che, a causa di una illuminazione incorretta, si creino delle ombre ingannevoli.
  • Se hai anche una piscina, ne dovrai delimitare il perimetro in modo che nessuno dei tuoi ospiti cada inavvertitamente in acqua
  • Verticalmente, cioè sulle pareti, la luce diretta non dovrà mai superare i 400 cd/m2 e, inoltre, è consigliabile collocare gli apparecchi o i dispositivi luminosi a un altezza non inferiore ai 2 metri e mezzo, per evitare di creare quel fastidiosissimo alone di cui parlavamo prima.
  • A livello del tavolo e delle sedie ed eventualmente del barbecue, si dovrà smorzare ancora di più questo valore, preferendo magari delle candele (che creano anche un’atmosfera più suggestiva).
  • Se hai la fortuna di possedere uno spazio all’aperto di grandi ampiezze, prediligi l’illuminazione indiretta, filtrata da teli o tende chiare, che schermano la luce e, allo stesso tempo, la diffondono in maniera soft.
  • Per un consumo responsabile e un contributo significativo all’ecologia e al risparmio energetico, scegli magari delle luci che si alimentano ad energia solare: potrai caricarle durante il giorno e usarle di notte.
  • Nella disposizione delle luci, cerca di organizzarle in una maniera tale che vengano sfruttate tutte le superfici riflettenti, per una maggior diffusione della luce e un minor dispendio di energia.
  • Evita di riempire l’eventuale vegetazione presente e gli elementi decorativi con luci e lucine, ma opta per una soluzione che “accenni” soltanto la luce.

In poche parole

Come in tutte le cose, vigono la regola del buon senso e la regola della misura: non strafare, evitare di creare situazioni pericolose, risparmiare.
Auspicando che tu possa mettere in pratica questi consigli, ti auguriamo di trascorrere delle ottime serate in compagnia, nel tuo terrazzo illuminato al punto giusto!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>