Specialisti in appartamenti in affitto

Come recedere un contratto d’affitto? Ecco alcune dritte

Fotografia di Jessica Spengler

settembre 29, 2014 • Affitto

Come recedere un contratto d’affitto? Ecco alcune dritteCi sono alcuni semplici accorgimenti da applicare quando prendiamo in affitto una casa e quando, una volta che già abbiamo il contratto, volessimo recedere. Ecco alcuni consigli utili per non cadere in trappole burocratiche e facilitare procedure e tempi.

Cos’è un contratto d’affitto?

Innanzitutto definiamo un contratto di affitto. Il contratti di affitto sono tra i più comuni in campo immobiliare e intervengono quando chi, per motivi che siano personali o di lavoro, non è nelle condizioni di poter effettuare un contratto di compravendita. Attraverso il contratto d’affitto, infatti, il proprietario dell’immobile lo cede per un periodo di tempo (previsto dal contratto che prevede la possibilità di rinnovo o rinuncia prima della data di scadenza), in cambio del pagamento di un corrispettivo in denaro, secondo le condizioni che si concordano previamente, proprio al momento del contratto.

Cosa prevede un contratto d’affitto?

Se stai prendendo affitto e stai per stipulare un contratto, assicurati di avere letto bene tutte le condizioni previste dallo stesso, giacché nel caso in cui volessi recedere il contratto d’affitto anticipatamente, i passi da seguire possono variare da caso a caso. Ecco la nostra guida per orientarti sugli aspetti più importanti da osservare nel momento in cui stipuli e nel caso in cui volessi disdire il contratto d’affitto prima della scadenza prestabilita.

Terminologia del contratto d’affitto

Anzitutto le parti che stanno stipulando un contratto detto di locazione, assumono il nome di locatario, il proprietario del locale, e conduttore, colui che prende in affitto il locale. Le relazioni in merito all ’immobile oggetto di contratto, saranno stabilite dalle condizioni previste dallo stesso e accordate tra il locatario e i conduttore. Quali sono le osservazioni a cui attenersi, i tempi da rispettare per non trovarsi in problemi burocratici e i diritti tanto del locatario quanto del conduttore?
Ecco i passi e le condizioni generali da seguire nel caso in cui si volesse recedere il contratto d’affitto 4+4 anticipatamente.

I passi per recedere anticipatamente il contratto d’affitto

  • Passo 1: quali sono le condizioni generali di disdetta?

Può capitare, per motivazioni varie, di decidere di cambiare locale, o semplicemente sciogliere il contratto. Cosa bisogna consultare per sapere se si può fare e in quali tempi?
Generalmente, i contratti ad uso abitativo si classificano come 4+4, ovvero hanno una durata di 4 anni rinnovabile per altri 4 in forma tacita, vale a dire che a meno che non si presenti la richiesta di disdetta, al termine dei primi 4 anni il contratto si rinnova in forma automatica. I contratti ad uso commerciale invece generalmente sono 6+6 secondo la stessa formula di rinnovamento tacito.

Quando posso intervenire per la richiesta di chiusura del contratto?
Per poter recedere il contratto d’affitto, sia al termine dei 4 o 6 anni, sia anticipatamente, è necessario far recapitare una raccomandata con ricevuta di ritorno al locatario, con un preavviso minimo di 6 mesi rispetto alla data di rilascio dell’immobile. Nella raccomandata bisogna specificare i dati del conduttore e i motivi per i quali si intende recedere il contratto d’affitto.

  • Passo 2: in caso di motivazioni urgenti

Se non posso attendere sei mesi per rilasciare il locale e dovessi avere bisogno di stringere i tempi, che possibilità ho di dare la disdetta del contratto d’affitto prima?
Quando sorgono motivazioni urgenti che inducono alla disdetta anticipata di un contratto d’affitto, il preavviso può essere inviato con le stesse modalità illustrate nel passo precedente, però fino a un minimo di tre mesi. Data l’eccezionalità di questo tipo di situazioni, la specificità delle motivazioni che spingono alla disdetta del contratto, diventa più importante, se non addirittura obbligatoria nei casi in cui intervengono cause urgenti nello scioglimento anticipato del contratto. In questi casi infatti, sarà opportuno mettere a disposizione del locatario anche la certificazione di queste cause attraverso una documentazione specifica e dettagliata.

  • Passo 3: nel contratto commerciale

Se ho avviato da poco la mia attività, dovrò ricominciare tutto dall’ inizio? E’ un danno alla mia professione, come posso rimediare?
Nel caso in cui invece si volesse recedere un contratto d’affitto di tipo commerciale, e lo scioglimento sia stato richiesto dal locatore, il conduttore può avvalersi del diritto di indennità per la perdita dell’avviamento commerciale se l’attività implica un contatto con il pubblico, per un minimo di 18 mensilità.

  • Passo 4: rifiuto della disdetta del contratto

Nel caso in cui il locatario volesse recedere il contratto d’affitto per avviare nel locale di sua proprietà lavori di ristrutturazione, può applicare il diritto di rifiuto del rinnovo del contratto d’affitto, sempre attraverso un preavviso di un minimo di 6 mesi dal ricezione della raccomandata e 12 nel caso in cui si trattasse di un contratto ad uso commerciale.

  • Passo 5: tasse di chiusura contratto

Recedere un contratto d’affitto anticipatamente implica il pagamento di una tassa pari a € 67,00, che il locatario deve saldare all’ Agenzia dell’Entrate. Generalmente questa spesa si ripartisce tra il locatario e il conduttore come condizione contrattuale. Per tutti i casi specifici è opportuno osservare che il contratto contenga questa condizione. In caso contrario sarà obbligo del locatario saldare il pagamento della tassa di chiusura.

Articolo aggiornato a settembre 2014.

Dubbi? Chiedi alla Community, ci sono esperti pronti a risponderti!

22 Risposte a Come recedere un contratto d’affitto? Ecco alcune dritte

  1. enrica scrive:

    Vorrei recedere al contratto d’ affitto d’azienda della mia attività di bar per molestie, mancato guadagno e ingiurie dei vicini con minacce di morte. Grazie. Come mi comporto? Contratto stipulato nel 2012 con scadenza nel 2018.

  2. giuliana scrive:

    Ciao Enrica,

    ti consigliamo di scrivere la tua domanda nella nostra Community, http://www.mioaffitto.it/community.html, i nostri esperti ti daranno tutte le delucidazioni del caso.

    Grazie

  3. enrico scrive:

    ho stipulato un contratto d’affitto di una stanza con utilizzo di parti comuni in un alloggio per studenti Erasmus a Valencia (Spagna), per la durata di un anno. la camera visionata non corrisponde alla descrizione fatta tramite email dalla proprietaria ed inoltre ha una dimensione di circa 6 metri quadrati. secondo voi questo può essere un motivo per recedere dal contratto d’affitto? grazie per le vostre risposte.

  4. Gaia scrive:

    Ciao Enrico, proponi questa domanda alla nostra Community. I nostri fidati esperti sono pronti ad aiutarti!

  5. Alessandro scrive:

    Gentilmente, da dove si ricava la possibilità di ridurre a 3 mesi il preavviso qualora sussistano gravi motivi?

  6. Gaia scrive:

    Buongiorno Alessandro,
    recedere il contratto per gravi motivi è un tema molto discusso nella nostra Community. Ti consigliamo vivamente di dare un’occhiata qui e proporre la tua domanda ai nostri esperti che sarnno pronti a chiarire i tuoi dubbi.
    Grazie

  7. nando man scrive:

    IO HO UN’ATTIVITA’ COMMERCIALE DA 17 ANNI VADO INCONTRO AL FINE CONTRATTO (18 ANNI) IL LOCATORE VUOLE MANDARMI VIA NON (PER MANCATO PAGAMENTO RETTA AFFITTO)
    SOLO PER RIPICCA CON ALTRI FATTI. COME DEVO COMPORTARMI PER TUTELARMI GRAZIE.

  8. Sabina scrive:

    Ho affittato la mia casa per andare a convivere con il mio compagno,ho stipulato un contratto di 4+4,è già passato un anno e oggi ho bisogno di vendere per acquistarne una con il mio compagno. Ho prima fatto la proposta d’acquisto alla mia inquilina ma non è interessata perché vorrebbe comprare qualcosa di più grande. Come potrei disdire il contratto in anticipo ?

  9. Giuliana scrive:

    Ciao Sabina, anche a te consigliamo di proporre questa domanda alla nostra Community. I nostri fidati esperti sono pronti ad aiutarti!

  10. Leila scrive:

    Salve,
    Io sono i affitto con altri2ragazzi. Abbiamo un contratto triennale. I proprietari hanno decido di ristrutturare un bagno con noi dentro dandoci un preavviso di meno di 12ore. Io chiedo, ci sono dei termini minimi di preavviso per queste cose. Ora visto che ho chiuso la porta della mia stanza a chiave vorrebbero entrare con un passpartout che dicono che serve fare un accesso dal mio lato del muro. Io posso negare l accesso? Posso revocare il contratto perché non mi è stato dato un preavviso consono e quindi viene violata la mia privacy entrando in camera mia con le mie cose e portando sporcizia e polvere in camera con me non presente (sono al momento in un’altra città). Molte grazie per una riposta

  11. Gaia scrive:

    Buongiorno Leila,
    il tuo caso è davvero curioso! Per ricevere una risposta affidabile, ti consiglio di domandare alla nostra Community. I nostri esperti saranno pronti a risponderti.

  12. EMIDDIO scrive:

    Salve, io ho recesso un contratto di affitto commerciale a voce essendo molto amico del locatore, la scadenza naturale del contratto era dopo soli 4 mesi che ho consegnato le chiavi spiegandogli che mi spostavo in altro locale con una metratura doppia ed un canone dimezzato rispetto al suo locale a distanza di sei mesi dalla riconsegna delle chiavi mi vedi arrivare una lettera dove richiede 6 mensilità.come posso difendermi?Grazie

  13. Gaia scrive:

    Buongiorno,
    esponga il suo dubbio agli Esperti della nostra Community, saranno pronti a risponderle!
    Grazie!

  14. lucia scrive:

    Salve sono u na conduttrice di un locale commerciale, tra 3 mesi mi scade il contratto (31 gennaio 2016) 6+6 , mi chiedevo posso lasciare il negozio, visto che non glielo ho’ comunicato 6 mesi prima della scadenza? Devo pagare una penale?
    Grazie in anticipo.

  15. francesco scrive:

    Ho comprato un locale commerciale per avviare la mia attivitá ma i locali sono locati ad un sig da 2 mesi, posso interropere il contratto? grazie

  16. Gaia scrive:

    Buongiorno Francesco,

    per dubbi come questi, ti consigliamo di rivolgerti alla Community, in cui i nostri esperti sapranno consigliarti al meglio.
    Grazie

  17. roberto scrive:

    buonasera vorrei avere un informazione , per motivi economici devo disdire il mio contratto di affitto perchè non riuscirei piu a pagarlo..
    sto infatti incominciando da un anno circa a non riuscire a pagare l’iva ho trovato un negozio più economico nelle vicinanze , ma di sicuro non riuscirei a pagare i 6 mesi di affitto a vuoto per disdetta anticipata, la mia e un attività artigianale, e sto al 6 anno di affitto
    c’è un modo per non essere obbligato a non pagare?

  18. Kr scrive:

    Buona sera.Ho affittato un appartamento però motivi lavorativi devo traslocare.Ho mandata raccomandate a tutti due proprietari come c’è scritto sul contratto.Uno dei fratelli(proprietario)non vuole firmare la raccomandata. Cosa devo fare?

  19. Gaia scrive:

    Buongiorno,
    ti consiglio di entrare nella nostra Community e chiedere ai nostri esperti.

    Un saluto

  20. Arianna scrive:

    Buongiorno, circa 1 anno fa ,il mio padrone di casa al terzo anno di locazione, mi ha proposto se fossi interessata a comprare all’immobile, per problemi di precarietà lavorativa, non ho potuto accettare la richiesta. Perciò sono stata invitata ad uscire al più presto dall’immobile stesso, dicendomi anche che avrebbe dovuto venderla in breve tempo perché le tasse di questa casa erano troppe. Informo che a tutt’oggi la casa non è stata comprata da nessuno. Ora mi chiedo, poteva farlo? In più ho subito disagi, perché senza uno stipendio fisso nessuno ti da un’immobile. Posso chiedere dei danni? Grazie.

  21. Gaia scrive:

    Ciao Arianna,
    grazie per il tuo commento, ti consigliamo di chiedere agli esperti della nostra Community
    Un saluto

  22. lucia scrive:

    erroneamente non è stato annullato un contratto di affitto di uno stabile che includeva diversi piani con possibilità di subaffitto nel 2011 cambiando proprietari abbiamo ridotto i piani in nostro possesso passando il conduttore della parte a noi sottratta al proprietario che regolarmente ha pagato le tasse su questi affitti intestati a lui.
    Oggi accorgendoci di tutto ciò possiamo recedere dal contratto con cinque anni di ritardo ? e sistemare il tutto?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>