Specialisti in appartamenti in affitto

Metti a nuovo la tua casa grazie alle detrazioni fiscali

Metti a nuovo la tua casa grazie alle detrazioni fiscali

novembre 10, 2014 • Edilizia sostenibile

La tua casa, il tuo mondo, e allora perché non approfittarne e metterla a nuovo? Potrai infatti usufruire di detrazioni irpef fino al 65% concesse dal Governo.

 

Con il varo della legge di stabilità 2015 arriva anche la conferma della tanto attesa proroga di bonus ristrutturazioni e ecobonus con detrazioni fiscali rispettivamente al 50 e al 65% per tutto il 2015.

La legge di stabilità 2015 ha infatti dissipato tutti i dubbi sulle detrazioni: ecobonus e bonus ristrutturazioni restano con l’aliquota massima per tutto il 2015.

“Il ddl sulla Legge di Stabilità, approvata in Consiglio dei Ministri e ora all’esame del Parlamento, prevede la proroga degli incettivi fino al 2015. Per diventare esecutive le agevolazioni dovranno essere confermate da Camera e Senato”.

 

Possono usufruire delle detrazioni fiscali al 65% tutti i contribuenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento per la riqualificazione energetica.

Metti a nuovo la tua casa grazie alle detrazioni fiscali

Ma vediamo piú attentamente di cosa si tratta, alla luce anche di quanto giá vi abbiamo raccontato sulle detrazioni fiscali durante il 2014 “Ecobonus e ristrutturazioni: ecco il nuovo decreto” .

Le detrazioni fiscali sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento.
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi).
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
  • per il miglioramento o l’adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza degli edifici.

In primis vengono previste le detrazioni per la riqualificazione energetica degli immobili.

Condizione indispensabile per fruire delle detrazioni fiscali è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) residenziali esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale).

Metti a nuovo la tua casa grazie alle detrazioni fiscali

E’ possibile usufruire degli ecobonus per la spese che riguardano l’acquisto del materiale utile al risparmio energetico, ma anche le prestazioni professionali per la loro installazione.

Per ottenere le detrazioni  prevista dagli ecobonus il contribuente deve seguire attentamente le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate.

Per usufruire delle detrazioni del 65% è necessario:

  • l’asseverazione di un tecnico abilitato o la dichiarazione resa dal direttore dei lavori. È sufficiente, invece, l’attestazione di partecipazione ad un apposito corso di formazione in caso di autocostruzione dei pannelli solari.
  • per la riqualificazione di edifici esistenti è necessario, quando richiesto, acquisire la certificazione energetica dell’immobile, qualora introdotta dalla Regione o dall’ente locale, ovvero, negli altri casi, di un “attestato di qualificazione energetica”, predisposto da un professionista abilitato.
  • bisogna trasmettere all’Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori e con modalità telematiche, la scheda informativa degli interventi realizzati e copia dell’attestato di qualificazione energetica. Non vanno inviate all’Enea asseverazione, relazioni tecniche, fatture, copia di bonifici, piantine, documentazione varia.
  • nel caso in cui i lavori necessari a realizzare gli interventi proseguano in più periodi d’imposta, è necessario comunicare all’Agenzia delle Entrate le spese effettuate nei periodi d’imposta precedenti. La comunicazione va presentata in via telematica, direttamente dai contribuenti interessati o tramite gli intermediari abilitati, entro 90 giorni dal termine del periodo d’imposta.
  • Non occorre, quindi, presentare alcuna comunicazione all’Agenzia quando i lavori iniziano e si concludono nello stesso periodo d’imposta.

Il pagamento delle spese deve essere effettuato secondo le indicazioni dell’Agenzia e varia a seconda che il soggetto sia titolare o meno di reddito d’impresa.

  • contribuenti non titolari di reddito di impresa: devono effettuare il pagamento delle spese sostenute mediante bonifico bancario o postale.
  • contribuenti titolari di reddito di impresa: sono esonerati dall’obbligo di pagamento mediante bonifico bancario o postale. La prova delle spese può essere costituita da altra idonea documentazione.

Nel modello di versamento con bonifico bancario o postale il contribuente deve indicare:

  • la causale del versamento.
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione.
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale è effettuato il bonifico (ditta o professionista che ha effettuato i lavori).

Fonte:  forexinfo.it

Tags: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>