Specialisti in appartamenti in affitto

I migliori quartieri dove vivere a Padova

Padova Ovest

giugno 18, 2014 • TOP quartieri

 

Padova è un comune italiano di 209 678 abitanti, si tratta di uno dei capoluoghi di provincia Veneti. Oggi é  uno dei più importanti e grandi centri economici, inoltre la città di Padova è stata definita anche come “capitale della pittura del Trecento” dal critico d’arte Vittorio Sgarbi.

Se per motivi di lavoro, studio o famiglia devi trasferirti a vivere proprio qui, abbiamo pensato di elencarti i migliori quartieri a seconda delle tue esigenze. Abbiamo piú di 1500 annunci di affitti proprio sulla cittá di Padova, trova con noi la casa adatta alle tue esigenze: clicca qui.

Quartiere denominato CENTRO:

Detto anche Centro storico, si estende per 5,2  km², pressoché totalmente entro le mura cinquecentesche. Il cuore del quartiere è idealmente identificabile con le famose Piazze dei Signori, delle Erbe e della Frutta, ravvivate quotidianamente dai tradizionali mercati e punto di incontro e svago per gli studenti. Di certo vivere qui vi permetterá, proprio per la sua posizione centrale, di raggiungere qualsiasi punto velocemente, peró si tratta di un quartiere in cui i prezzi di affitto sono elevati.

Padova centro storico

Padova centro storico

Il quartiere NORD:

denominato anche Arcella, ha una superficie di 6,71 km² e racchiude i rioni Arcella, San Bellino, San Carlo e Pontevigodarzere. Il confine settentrionale corrisponde in pratica con il tracciato del Brenta, a sud è delimitato dalla ferrovia Milano-Venezia, ad est dall’asse viario Plebiscito-Bigolo-Manca, ad ovest dai binari della Padova-Castelfranco Veneto. Nato e sviluppatosi a più riprese nel corso dei secoli fuori dai confini cittadini ha avuto uno sviluppo forte soprattutto nel secondo dopoguerra, raggiungendo dimensioni e numeri tali da essere confrontabili con quelli di una città autonoma. Di certo non tutte le zone che lo compongono, in tutto 4, vengono considerate sicure, ad esempio la prima Arcella, molto vicina alla stazione, viene sconsigliata, quanto più ci si allontana dalla stazione tanto più migliora la situazione. Vi risiedono, in questo quartiere, molta parte degli studenti universitari perché c’è molta disponibilità di alloggi a prezzi  abbastanza bassi, e risulta ben collegato dai mezzi di trasporto.

Padova Nord

Padova Nord

Il quartiere EST:

È chiamato anche Brenta-Venezia, Forcellini-Camin ed ha una superficie di 28,02 km². Vi scorrono tre canali: il Piovego, il San Gregorio, lo Scaricatore. In zona Stanga si trova la nota via Anelli. Il quartiere Est nasce dalla fusione degli ex quartieri  Brenta–Venezia e Forcellini–Camin, pertanto é territorialmente il più esteso della città in quanto occupa oltre un terzo dell’intera superficie urbana. Vengono sconsigliate le zone vicine alla stazione e la via Anelli. Ma se quello che stai cercando é la vicinanza agli insediamenti produttivi e alle principali infrastrutture commerciali, questo é il quartiere ideale. Sono inoltre presenti i cosidetti “polmoni verdi”, ovvero grandi parchi come Iris e Roncaiette.

Padova Est, parco Iris

Padova Est, parco Iris

Il quartiere SUD-EST:

Viene chiamato anche S. Croce-S. Osvaldo, Bassanello-Voltabarozzo ed ha una superficie di 17,58 km². Si tratta di una zona giá piú periferica rispetto al centro della cittá, consigliata per chi ama la tranquillitá seppur a due passi da tutti i servizi.  Ha forte densità abitativa, ed è stato interessato dalla costruzione del principali asse del Metrotram cittadino, che ha il capolinea in questo quartiere. Rappresenta il principale punto di accesso alla città per il traffico proveniente dalla parte meridionale della provincia. La storia del quartiere, da quando era una stazione di posta alla sua incorporazione nella città, è al centro di gran parte della narrativa dello scrittore padovano Piero Sanavìo.

Padova Sud-Est, capolinea tram

Padova Sud-Est, capolinea tram

Il quartiere SUD-OVEST:

Viene chiamato anche Armistizio-Savonarola ed ha una superficie di 14,05 km².  Confina con i comuni di Abano Terme ed Albignasego, divisa da quest’ultimo dal Canale di Battaglia. Sorge attorno all’antica strada romana Annia, ospita sul proprio territorio Villa Giusti del Giardino, in cui venne firmato il 4 novembre del 1918 l’armistizio tra Italia, Impero Austro-Ungarico e Germania che poneva fine alla prima guerra mondiale. Sicuramente un ottimo quartiere che unisce la tranquillitá residenziale e permette immergersi nel passato con le ville venete presenti nel suo territorio. É presente anche un aereoporto civile “Gino Allegri”, III° livello, che svolge servizi di aerotaxi, aeroambulanza, voli charter; non esistono voli di linea regolari in quanto i progetti di potenziamento dello scalo sono stati contrastati dagli abitanti delle zone circostanti, proprio per il fatto che la struttura si trova pienamente integrata nel centro urbano, e comporterebbe non pochi disagi e problemi di vivibilitá nel quartiere stesso e in quelli circostanti.

Padova Sud-Ovest, Villa Giusti

Padova Sud-Ovest, Villa Giusti

Il quartiere OVEST:

l quartiere è chiamato anche Brentella-Valsugana ed ha una superficie di 21,88 km², situata sulla strada Padova-Ponterotto-Taggì di Sotto a circa 4 km dal centro della città, era detta “borgo dea paja”. Dai primi anni del 2000 il territorio della frazione è stato soggetto a forti trasformazioni insediative ed è stato di fatto inglobato nel capoluogo. Di fatto si tratta del quartiere piú isolato dalla cittá, ma ben collegato anche da un’uscita autostradale, padova ovest.

Padova Ovest

Padova Ovest

Share

Una risposta a I migliori quartieri dove vivere a Padova

  1. Cinzia Baraggia scrive:

    Salve… Mia figlia deve iniziare a lavorare presso prima strada…. Non conosce nulla di Padova ma deve trovare un appartamento da affittare… Essendo una ragazza 26 anni sola mi consigliate una zona tranquilla…. Grazie mille… Come mamma vorrei stare serena

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>