Specialisti in appartamenti in affitto

Vi presentiamo la casa natale di Bob Marley

Vi presentiamo la casa natale di Bob Marley

maggio 14, 2015 • Architettura

Vi portiamo alla scoperta della casa natale del re del Reggae. Eccovi alcune foto del luogo in cui Bob Marley visse la sua infazia, circondato dalle favolose montagne della Jamaica.

“Sono cresciuto sulle montagne, nello stesso luogo dove vennero al mondo mia madre e mio nonno. Un piccolo paesino che i cittadini continuano a chiamare con un nome da fiaba”

Con queste parole Bob Marley ricordava Nine Mile, il villaggio dove è cresciuto, nascosto tra le montagne di St. Ann, nella parte nord della Jamaica. Proprio lí, alla fine di una stradina sterrata che si insinua tra le piantagioni di caffè e alberi di frutta tropicale, si nasconde la sua casa natale, dove dal giorno della sua morte, 11 maggio 1981, sono custodite le sue ceneri.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Meta di turismo di tutti i suoi fans, che ogni giorno arrivano per vedere e scoprire di piú sull’infanzia di Bob Marley, la sua casa natale è infatti protagonista di molte delle sue canzoni piú famose.

Un esempio? In ‘I wanna love you’ (we’ll be together with a roof over our heads) ricorda il tetto di lamiera ed il letto di camera sua (we’ll share the shelter of my single bed), che ancora conserva la testiera metallica e le sue lenzuola fiorite.

Vi presentiamo la casa natale di Bob Marley

La camera da letto ed un piccolo salotto erano gli unici due locali della casa, che fu dichiarata Monumento Nazionale dal Governo jamaicano. Nella zona esteriore è ancora visibile e visitabile la cucina all’aria aperta, con il forno di pietra dove sua madre cucinava senza gas, un’immagine umile e che ispiró la canzone “No Woman no cry”. Nel patio, che gode di un’incredibile vista sulle montagne, si trova la famosa pietra (stone pillow) dipinta con i colori rasta: rosso, giallo e verde.

Vi presentiamo la casa natale di Bob Marley

Nella canzone Talink’ Blues, Bob Marley racconta di quando si sdraiava a rilassarsi nel patio di casa, ammirando le stelle e filosofando sulla vita: “cold ground was my bed last night / and rock was my pillow, too” (la fredda terra fu il mio letto la scorsa notte / e la pietra il mio cuscino)

Vi presentiamo la casa natale di Bob Marley

Curiosità: il 6 febbraio di ogni anno i fan si radunano al mausoleo per ricordare la nascita di Bob Marley e ascoltano la sua musica tutta la notte.

Tags: ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>