Specialisti in appartamenti in affitto

Tetti verdi e pannelli solari previsti dalla legge, in Francia

Tetti verdi e pannelli solari previsti dalla legge, in Francia

aprile 30, 2015 • Edilizia sostenibile

A metà marzo il parlamento francese approva una legge che impone a tutti i nuovi edifici che nascono nelle aree commerciali di avere dei tetti verdi coperti da pannelli solari o piante.

La forte utilità dei cosidetti “tetti verdi”, è stata riscontrata, non solo esteticamente, ma proprio per l’impatto ambientale fortemente positivo:

  • in primis assorbirebbero l’acqua piovana, che si sa, oggi giorno in alcune aree più colpite può trasformarsi in fonte di pericolo.
  • Inoltre forniscono un habitat perfetto per gli uccelli e altri animali importante all’ecosistema.
  • Come se non bastasse con l’istallazione di un tetto verde si è potuto riscontrare che gli edifici restano maggiormente riparati dalle escursioni termiche, apportando quindi un forte risparmio energetico.
  • Ed infine, ma non meno importante, aiuterebbero a combattere l’effetto “isola di calore” in cui le aree urbane presentano temperature più elevate rispetto alle campagne.

La legge, come detto, colpirà obligatoriamente solo le aree commerciali e al momento si applicherà solo agli edifici di nuova costruzione; anche se ciò non preclude la possibilità di un ammodernamento anche degli edifici più antichi.

Molto sta facendo negli ultimi anni la Francia per combattere le emissioni di CO2, oggi la Francia sopperisce all’80% del suo fabbisogno energetico attraverso l’energia nucleare, ma pare che negli ultimi tempi i francesi stiano dirigendo la loro attenzione allo sviluppo delle tecnologie verdi.

Basti pensare all’ultima misura adottata, predisponendo, nella famosissima Torre Eiffel, due pale eoliche. Inoltre a Novembre la capitale francese ospiterà un’importantissima Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico e un primo obiettivo che i francesi si sono imposti è proprio quello di consumare il 25% di energia in meno e ridurre le emissioni del 25% entro il 2020.

Molti altri paesi si stanno iniziando a muovere nell’ultimo decennio. Basti pensare alla città di Toronto, che già dal 2009 ha imposto ai palazzi industriali e residenziali la presenza di tetti verdi. L’anno scorso Sydney ha approvato un’iniziativa per la copertura verde di più tetti nella speranza di rendere sostenibile la più grande città dell’Australia entro il 2030. Anche negli Stati Uniti il numero di tetti verdi è in aumento.

E l’Italia? Come ci stiamo muovendo su questo tema? A livello nazionale di certo non sono state emanate leggi o decreti, ma qualche realtà più sensibile si trova anche da noi. Come abbiamo visto nel post “Progetto Shagree: il verde sopra Bari” che prevedono anche detrazioni fiscali, come visto in “Detrazioni fiscali anche per i tetti verdi”. Forse peró c’è da dire che manca un movimento e una direttiva a livello nazionale.

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>