Specialisti in appartamenti in affitto

Per ottenere successo nella vita si comincia riordinando l’armadio con il metodo di Marie Kondo

Young caucasian woman standing near the wardrobe

marzo 3, 2015 • Consigli domestici, Preferiti

Riorganizzare la propria casa rendendola estremamente ordinata aiuta ad avere successo nella vita. Provare per credere, parola di Marie Kondo.

Marie Kondo sia in Giappone, dove è nata, che in tutto il mondo è ormai considerata la guru internazionale dell’arte del riordino. È ormai molto famosa per via dei libri che ha scritto e dei programmi televisivi a cui ha partecipato e soprattutto per la recente serie di Netflix . Dal bestseller “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo, nel quale si sottolinea il fatto che le vite di quelle persone che in un solo tocco riescono a riorganizzare la propia casa sono le stesse persone destinate a cambi radicali e al successo.

Nel libro che l’ ha resa una star, la giapponese Marie Kondo ha messo a punto un metodo, il cosidetto metodo Konmari, che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi domestici in pochi e semplici passi, ma non solo, ne sottolinea l’importanza e i possibili risvolti che può apportare l’organizzazione degli spazi, soprattutto in termini di successo in ambito lavorativo.

«Salutare la casa, ringraziarla perché ci ospita e comunicarle che stiamo per riordinarla».

Riordinare infatti è un po’ come fare l’ inventario di ciò che abbiamo e che ci piace ma soprattutto è lo specchio di ciò che abbiamo fatto nella vita. Riuscire a disfarsi di oggetti non è visto come un qualcosa di negativo, al contrario, dimostra invece fiducia nelle proprie capacità di scelta e quindi fiducia in se stessi. Marie Kondo afferma che solo accantonando ciò che è vecchio possiamo davvero riuscire ad accogliere il nuovo.

Qualità estremamente importante e fondamentale per raggiungere il successo.

Bisogna proprio partire dal posto dove si vive per riorganizzare la propia vita. In questo spazio bisogna pensare che c’è posto solo per l’ indispensabile e ciò che veramente ci emoziona, senza paura di gettare qualcosa di vecchio.

Se si tende a conservare troppo va analizzato il perchè non riusciamo a disfarci di determinati oggetti, c’è da chiedersi se si tratta di attaccamento al passato o ansia per il futuro? Ecco i 6 segnali che delineano si si soffre di un disturbo di accumulare oggetti in modo compulsivo.

Come spiega Marie Kondo:

Affrontare le proprie cose, selezionarle può essere doloroso, vi costringe a confrontarvi con le vostre imperfezioni, con le scelte discutibili che avete fatto nel passato. Esaminando ciò che possediamo saremo in grado di capire quello che per noi è importante.

Questo procedimento ci aiuterà a identificare con chiarezza i nostri valori e a ridurre la confusione che ci attanaglia quando dobbiamo fare scelte di vita”.

Partendo proprio dall’ armadio, accumulare troppi indumenti porta noi donne a uno stato di indecisione perenne su “ cosa mi metto?” oltre al fatto che l’armadio si riempie e gli indumenti si perdono. Inoltre tenere solo l’ indispensabile vi permetterà effettuare acquisti più mirati, senza spreco e perdita di denaro.

 

Per ottenere successo nella vita si comincia riordinando l’armadio con il metodo di Marie Kondo

Ed ecco che il método KonMari ci viene in aiuto con 9 semplici mosse per mantenere in ordine il nostro armadio:

  • Ordinare gli indumenti per categoria e non per posizione
  • Tenere solo indumenti che ci trasmettino dei sentimenti positivi e buoni ricordi
  • Prescindere da ció che non si usa
  • Congedarsi da ogni indumento che si getterà ringraziando per il servizio che ci ha dato
  • Ordinare correttamente ed efficacemente in una sola volta
  • Non creare le maratone dell’ordine ma mantenere organizzato giorno dopo giorno
  • Cominciare a mettere ordine dalle cose più semplici
  • Imparare a piegare gli indumenti nella forma corretta in modo da risparmiare spazio
  • Non comprare casse o materiale per immagazzinare perchè occuperanno solo spazio

Nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce incommensurabili vantaggi spirituali: aumenta la fiducia in sé stessi, libera la mente, solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose preziose, induce a fare meno acquisti inutili.

Rimanere nel caos significa invece voler allontanare il momento dell’introspezione e della conoscenza.

Lo spazio pertanto influenza i nostri corpi e, disintossicando la casa, anche il corpo beneficia degli stessi effetti depurativi; nel trasformare i propri spazi in un luogo sacro anche lo spirito si purifica.

Molte persone dopo aver iniziato a riordinare spesso hanno potuto sperimentare dei cambi positivi nella propia vita. Accettate la sfida?

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>