Specialisti in appartamenti in affitto

Attestato di Prestazione Energetica, spesa media in Italia di 120€

Attestato di Prestazione Energetica, spesa media in Italia di 120€

maggio 26, 2016 • Attualità, Preferiti

Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri rende esplicito, attraverso un documento, i compiti e gli obblighi del profesionista che redige l’ Attestato di Prestazione Energetica illustrandone la procedura. Si é calcolato che, in media, in Italia, si spende sui 120€ per ottenere questo certificato.

Dal 1 ottobre é entrato in vigore il nuovo certificato energetico, Attestato di Prestazione Energetica, come abbiam visto nel post “APE: nuovo certificato energetico in arrivo il 1 di ottobre”, ora il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha stabilito attraverso un documento i compiti e gli obblighi del profesionista.

In línea con la Guida Nazionale, pretende sottolineare gli obblighi e i doveri dei professionisti con il fine di garantire un livello di qualitá alla professionalitá dell’ingegnere.

Non esistono infatti tariffe nel settore privato per quanto riguarda l’ Attestato di Prestazione Energetica, pertanto, con questo documento, si invitano gli iscritti al Consiglio a richiedere ai committenti un adeguato compenso per la prestazione resa nell’ attestato di prestazione energetica dell’immobile.

All’interno del documento i punti principali esposti sono:

  • Il soggetto certificatore é tenuto a presentare al richiedente tutte le opzioni consentite per accedere al servizio in qualitá di costi con il fine di consentiré una scelta consapevole.
  • Nel casi di edifici nuovi l’ Attestato di Prestazione Energetica deve includere valutazioni a partire dai dati progettuali, controlli in cantiere durante la costruzione dell’immobile e una verifica finale con utilizzo di appropriate tecniche strumentali.
  • Il tecnico, per la redazione, dovrá basarsi sull’utilizzo di varie tipologie di attestati, tanto regionali come nazionali.
  • Il  soggetto certificatore sará tenuto a consegnate l’attestazione al richiedente entro 15 giorni successivi alla trasmissione della stessa alla Regione o Provincia autonoma del territorio.

Con una Circolare inviata ai Consigli degli Ordini, il CNAPPC, Consiglio Consiglio nazionale degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e conservatori, ha indicato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato pratiche commercialmente scorrette messe in atto da Groupon.

Si segnala che le offerte di prestazioni professionali diffuse su tale sito, presentavano prezzi stracciati, in contrasto con il decoro e la credibilità della professione di architetto.

Viene chiesto all’Autorità di valutare l’adozione di idonee misure per impedire che il danno derivato al consumatore si protragga.

Si specifica che il prezzo offerto da Groupon presenta un prezzo inferiore anche ai costi di realizzazione e senza contenere alcuna spiegazione sulle condizioni del servizio.

Si recrimina che tali tipologie di offerte possano indurre i consumatori a pensare che sia possibile ottenere prestazioni professionali a prezzi irrisori. Si darebbe pertanto un’idea sbagliata dei professionisti, che verrebbero considerati dei ladri, per le parcelle che normalmente propongono.

ProntoPro.it presenta uno studio sui prezzi richiesti per ottenere l’ Attestato di Prestazione energetica.

In generale variano a seconda della cittá in cui viene richiesto, con una media nazionale di 120€.

Marco Ogliengo, CEO di ProntoPro.it, conferma che:

“Il consumatore, oggi, è molto più attento alla certificazione energetica rispetto al passato, in quanto ha compreso l’influenza della prestazione energetica per il reale risparmio sulle spese della propria abitazione. A fronte di un mercato in cui i costi per l’Attestato di Certificazione Energetica sono in crescita, il nostro portale permette di confrontare i preventivi di numerosi certificatori e scegliere in piena autonomia”.

Tra i capologui di regione si segnala che Roma risulta la cittá dove l’ attestato di prestazione energetica costa di piú, circa il 16% in piú rispetto alla media nazionale.

Al secondo posto trovaimo la cittá di Bolzano, seguita poi da Milano, con un prezzo medio per certificato di 138€.

Le città di Imperia, Frosinone e Massa Carrara si aggiudicano il primato della convenienza con costi rispettivamente di 104 euro, 106 euro e 108 euro.

L’obbligo della presentazione dell’ attestato di prestazione energetica per la compravendita e l’affitto degli immobili ha reso sempre piú indispensabile la figura del certificatore energético come professionale.

Ovvero un professionista in grado di calcolare l’indice di prestazione e di formulare raccomandazioni per il miglioramento della stessa.

Servirebbe quindi anche stabilire una sorta di tariffario per poter mettere d’accordo tanto professionisti che consumatori ed evitare possibili truffe.

 

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>