Specialisti in appartamenti in affitto

Come risparmiare energia in cucina

Come risparmiare energia in cucina

gennaio 29, 2016 • Consigli domestici

Le bollette sono ogni anno più salate, tuttavia è ancora possibile risparmiare energia: basterà fare attenzione alle nostre abitudini quotidiane e seguire qualche piccolo consiglio.

 

La cucina si trova al primo posto in quanto a stanze con elevato consumo di energia. Anche perchè, rispetto ad altri paesi, per un italiano cucinare è una cosa seria.

Per tale motivo in cucina è dove concentriamo la maggior parte degli elettrodomestici: forni elettrici, bollitori, mixer, robot di cucina e tanti altri apparecchi che consumano energia elettrica e gas.

Tuttavia il consumo di energia in cucina può essere ottimizzato senza dimenticare l’efficienza e il comfort, né tanto meno ridurre la qualità delle nostre pietanze.

Ecco allora qualche piccolo trucco per tenere sotto controllo la spesa per l’ energia elettrica e il gas:

  • Tariffa luce e gas adeguata.

Fattore centale dipenderà infatti dalla tarifa adottata. Scegliere correttamente le fasce orarie per l’ utilizzo degli elettrodomestici con tariffe a kwatt conveniente non è facile. Qui ti proponiamo un ottimo strumento per trovare la tarifa perfetta per il tuo nucleo familiare.

  • Metti il coperchio alla pentola

Ricordati di mettere il coperchio mentre cucini, ti permetterà di risparmiare il 25% di energia, sì, proprio così, un piccolo gesto che farà una differenza enorme nella bolletta.

Inoltre usa sempre una pentola che sia più grande del diametro del fuoco su cui cucinerai. Si è potuto calcolare un risparmio di almeno il 20% di energia.

Usa la pentola a pressione, cucinerai più velocemente e ti porterà ad un risparmio almeno del 50%.

  • Prenditi cura soprattutto del frigorifero

Come risparmiare energia in cucina

Il frigo consuma il 18% dell’intero cunsumo elettrico, quindi va curato con particolare attenzione.

Il frigorifero dovrebbe avere, per un perfetto funzionamento senza sprechi di energia, 5 gradi nella parte frigo e -18 gradi per il freezer.

Bisogna evitare di installare il frigorifero vicino a fonti di calore come un sifone o il forno o in una zona della casa a cui da il sole. Inoltre non bisogna mai dimenticare che il cibo va inserito solo quando è già a temperatura ambiente.

Non appoggiare il frigo alla parete, lascia sempre uno spazio e ricordati ogni tanto di pulire la polvere che si forma dietro per una migliore ventilazione dell’apparato.

Ricordati ogni tanto di pulire il freezer dallo strato di gelo che si forma attorno, in quanto questo incrementa il consumo di luce del 20%.

Al prendere qualcosa dal frigo non lasciare la porta aperta molto tempo. Essere rigorosi con questo accorgimento ti permetterà di risparmiare fino ad un 5% di energia.

Inoltre se lasci casa per un periodo medio-lungo, ricordati di svuotare e pulire il frigo e staccare la spina, eviterai oltre ai cattivi odori, anche uno spreco inutile di energia.

  • Usa la lavastoviglie

La credenza popolare che è meglio lavare a mano è stata sfatata. La lavastoviglie risparmia almeno 30 litri di acqua al giorno.

L’accortezza è quella di riempirla completa e non farla andare mezza vuota oltre a cercare un programma a temperatura bassa. Il 90% del consumo di energia della lavastoviglie dipende proprio dal proceso di riscaldamento dell’acqua.

  • Scegli bene, vetroceramica o gas?

La vetroceramica sarà anche più economica, facile da pulire e più sicura del gas… ma al momento di cucinare è quella più inefficiente in quanto spreca moltissimo calore e quindi energia.

Se ci concentriamo solo sul risparmio di energia non resta che optare per l’opzione di cucina a gas o butano.

Certo ancora meglio sono le placche ad induzione, peró il costo per l’istallazione sale alle stelle, certo si ammortizza con il tempo, infatti questo tipo di cucina può arrivare a consumare un 20% in meno di luce rispetto alla vetroceramica.

  • Sfrutta il calore rilasciato dal forno

Il forno elettrico non è certo il miglior amico del risparmio di energia, anzi, si tratta proprio di un suo nemico. Ma in una cucina che si rispetti non potrà mai mancare.

Ecco allora piccoli accorgimenti da tenere a mente per il suo uso.

  • Sfrutta il calore residuo, spegni il forno 5-10 minuti prima della fine cottura del piatto e lascialo chiuso. La cottura si concluderà con il calore accumulato senza ulteriore spreco di energia;
  • non aprirlo spesso. Ogni volta che si apre la temperatura scende di 25-30 gradi portandoti a sprecare ancora più energia del necessario;
  • Non usarlo per scaldare cibo o scongelare surgelati;
  • Cerca di approfittare e allo stesso tempo cucinare più pietanze;
  • Usa recipienti di ceramica o vetro, sono quelli che meglio trattengono il calore.

Come risparmiare energia in cucina

  • Non scongelare con acqua calda

Ogni 5 secondi di rubinetto aperto spreca almeno un litro d’acqua. Per scongelare un pezzo di carne con acqua calda in due minuti avrai sprecato già 24 litri d’acqua.

Ricordati di togliere il cibo congelato dal congelatore la sera prima mettendolo in frigo. Si scongelerà perfettamente e senza sprechi.

  • Usa il mocroonde

L’uso del microonde permette di risparmiare un 60-70% di energia rispetto ad un forno. Inoltre scopri tanti usi utili del microonde che non avresti mai immaginato, “Gli insoliti usi del microonde”

  • Compra elettrodomestici efficienti

Quando compri degli elettrodomestici fai attenzione alle etichette energetiche perchè puoi risparmiare abastanza soldi in bollette.

Se per esempio cambi un frigorífero di 15 anni per uno in classe A+++, la più alta, puoi arrivare a risparmiare fino a 172€ all’anno.

Il consumo di enrgia di elettrodomestici in classe G puó infatti arrivare ad esser fino a 3 volte superiore rispetto a quelli in classe A e quest’ultimi iniziano a risparmiare energia dal momento stesso della loro installazione.

Come risparmiare energia in cucina

Fonte immagini: Pinterest

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>