Specialisti in appartamenti in affitto

Monolocale: idee per ottimizzare lo spazio

Arredare un monolocale in modo funzionale.

aprile 23, 2019 • Consigli domestici, Preferiti

Arredare un appartamento di 25 mq? Non è una sfida impossibile! Con alcuni semplici accorgimenti è possibile combinare comfort e praticità.

Cucina, salotto e camera da letto in un unico locale? Arredarli al meglio sfruttando i pochi metri quadri a disposizione non è impossibile. Ecco alcuni semplici consigli per rendere un mini appartamento funzionale, moderno ed elegante.

Dividere gli ambienti… senza una parete

Separare la zona giorno da quella notte è importante, sia per una questione di privacy sia per poter invitare gli amici senza necessariamente farli accomodare… sul letto. Se la metratura lo consente si può pensare a una parete autoportante, magari in vetro per non appesantire l’ambiente, che non necessiti di essere ancorata. Anche una tenda scorrevole divide senza ingombrare, mentre una libreria bifacciale è molto moderna e funzionale perché regala una superficie d’appoggio sfruttabile da entrambe le parti e al tempo stesso non contrasta la luce. Alcune aziende, inoltre, realizzano anche armadi, divani e scrivanie che con un semplice movimento si trasformano in letti senza neanche il bisogno di rimuovere gli oggetti che vi sono appoggiati sopra.

Sfruttare le altezze

Non potendo muoversi in orizzontale, per ottimizzare lo spazio bisogna andare verso l’alto: per esempio scegliendo un letto con cassettoni nei quali riporre coperte, cuscini e lenzuola oppure un modello a soppalco, che garantisce maggiore privacy. L’altezza va sfruttata anche per la cucina, che deve essere munita di pensili su tutta la parete in modo da ricavare lo spazio per riporre le stoviglie.

Bagni minimal

Il bagno, seppure piccolo, deve essere sempre funzionale. La doccia è la soluzione migliore perché richiede davvero poco spazio e in alcuni casi addirittura può essere “a scomparsa”: basta scegliere un angolo con scarico sul pavimento e un vetro che si possa ripiegare o una tendina da aprire solo all’occorrenza. Sovrapporre gli elementi d’arredo aiuta poi a incastrare fra loro tutti i mobili indispensabili: in commercio si trovano anche lavandini di taglia extra small da mettere accanto alla vasca o alla doccia per avere una superficie d’appoggio senza perdere centimetri preziosi.

Giocare sui colori

Usare lo stesso tipo di piastrelle per il pavimento e le pareti del bagno produce un effetto ottico di “perdita dei confini” facendo sembrare lo spazio più ampio. Nelle altre stanze, invece, i colori aiutano a dividere gli ambienti. Attenzione però a non creare accozzaglie e a non usare tonalità troppo scure, che potrebbero dare l’illusione di un ambiente più piccolo. Meglio optare per uno schema preciso e attenercisi sia per quanto riguarda gli elementi d’arredo (tende e cuscini in primis) sia per le pareti. Anche la classica bicromia bianco e nero, se ben dosata e studiata, risulta molto elegante.

Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

/html>